ON AIR


Sintonizzazione emotiva tra genitori e figli

Sintonizzazione emotiva tra genitori e figli

Sintonizzazione emotiva tra genitori e figli

“Sintonizzarsi con il proprio figlio significa “sentire ciò che sente”, riuscire a connettersi con l’emozione che lo muove mentre, ad esempio, si butta a terra piangendo o si chiude in camera sbattendo la porta. Questo si può e si deve provare a fare, perchè un bambino si sente sicuro solo quando sperimenta di essere pensato dal genitore.

Si potrebbe dire che una mamma e un papà possono essere uno specchio per i loro figli: è infatti attraverso lo sguardo del genitore che il bambino apprende che cosa significa sentirsi tristi, arrabbiati, spaventati o eccitati, e impara dalle sue reazioni e dalle sue parole a riconoscere cause e conseguenze delle emozioni che prova”. (M. Nava) Non è sempre facile diventare il “regolatore” dell’emozione del proprio bambino, cosa significa sintonizzarsi e perché è così importante riuscire a farlo? Per saperne di più vi auguriamo buon ascolto.

Sara Lolli

Sara Lolli

Lolli Sara è nata in un paesino salentino. È una psicologa e frequenta la Scuola di Specializzazione in Psicoterapia Psicoanalitica a Chieti. Le piace tutto ciò che è bello e buono, ha una mente aperta e dinamica, le piacciono i sorrisi delle persone e gli occhi di chi ha bisogno di sorridere, le piace la musica che fa “viaggiare” e scoprire sempre posti nuovi, le piace mescolarsi tra la gente e aiutare chi scommette sull’umanità… Questa esperienza a WiP Radio è nata nel 2014 come una scommessa con se stessa e con alcuni dei suoi limiti. “Dinamicamente” è il nome del suo programma, nel quale vengono affrontati temi riguardanti la “psicologia del quotidiano” per menti dinamiche e in movimento.

Articoli Correlati

Commenti