ON AIR


#attiviste – Lise Meitner

#attiviste – Lise Meitner

#attiviste – Lise Meitner

 

 

Lise Meitner è stata una importantissima fisica austriaca, nata a Vienna nel 1878, nota per le sue ricerche in campo teorico sulla fissione nucleare.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La sua era una famiglia ebrea, borghese; frequentò le scuole fino alle medie perché le ragazze non erano ammesse nei licei, ma studiando da autodidatta riuscì comunque a conseguire il diploma.

 

 

Nel 1902 iniziò il suo percorso di studi matematici, fisici e filosofici all’Università di Vienna, e seguì le lezioni di Ludwig Boltzmann, professore autorevole, e uno dei più grandi fisici teorici della storia, nonché personaggio piuttosto controverso; nel 1906 conseguì, prima donna in assoluto, a conseguire il dottorato di fisica.

 

 

Nello stesso anno, Boltzmann morì suicida mentre si trovava in vacanza con la famiglia vicino a Trieste; Lise si trasferì quindi a Berlino, dove seguì le lezioni di Max Planck, uno dei maggiori protagonisti della rivoluzione della visione classica della fisica del ‘900.

 

 

Proprio nella capitale tedesca, conobbe Otto Hahn, un chimico con il quale iniziò un sodalizio professionale e di amicizia per i 30 anni successivi.

 

 

La Meitner cominciò a lavorare, senza stipendio, nel laboratorio di Hahn, ma all’epoca le donne non erano ammesse all’università, almeno fino al 1909, quando anche le ragazze poterono iniziare a studiare all’università.

 

 

Fino a quel momento la sua presenza in laboratorio era stata tenuta nascosta, era stata costretta ad entrare dalla porta di servizio e non aveva avuto accesso ad aule e laboratori.

 

 

Negli anni compirono diversi studi e riuscirono a dimostrare e studiare diversi fenomeni; nel 1912 Lise lavorò anche come assistente di Planck (non ufficiale), e continuò le sue ricerche scoprendo anche il protoattinio mentre in Europa imperversava la prima guerra mondiale.

 

 

Ci vollero comunque anni e tanti, tanti successi prima che finalmente riuscisse ad ottenere un posto stipendiato all’università, nel dipartimento di fisica.

 

 

Purtroppo, le ricerche di Lise si interruppero con l’avvento del nazismo: era ebrea e non poteva avere l’autorizzazione all’insegnamento, così fuggì in Svezia dove rimase anche dopo la guerra e prese lì la cittadinanza.

 

 

Gli ultimi anni della vita li visse a Cambridge, da suo nipote, morendo lo stesso anno di Hahn, nel 1968.

 

 

A Lise si devono le spiegazioni teoriche della fissione nucleare, ma nel 1945 il premio Nobel por la fisica andò al suo collega Hahn, senza che di lei si facesse menzione, né nella ricerca, né durante la premiazione.

 

 

 

Ha sempre dovuto combattere in un ambiente misogino, dedicando la sua vita alla ricerca scientifica e fino all’ultimo si impegnò anche nel sociale, per un uso pacifico della fissione nucleare.

 

 

 

Fonti:

 

https://it.wikipedia.org/wiki/Lise_Meitner

https://www.torinoscienza.it/personaggi/lise-meitner

http://www.enciclopediadelledonne.it/biografie/lise-meitner/

Silvia Cavaliere

Silvia Cavaliere

Ha studiato diritto, ma la sua passione è da sempre la scienza legata all'alimentazione e alle risorse, soprattutto agricole.

Articoli Correlati

Commenti