WiP Radio

Abitare e DNA

1 Luglio 2020 Archendipity, BLOG
Abitare e DNA

Il comportamento del vostro DNA, e quindi la vostra salute, dipendono moltissimo da dove vivete.

Una delle discipline più avanzate oggi in campo scientifico è l’epigenetica, la scienza di come l’ambiente controlla l’attività dei geni.

Che cosa significa? In sostanza, se avete malattie ereditarie o il metabolismo sballato può essere che il vostro bisnonno abbia abitato in luoghi insalubri e mangiato male o che la vostra nonnina abbia iniziato a fumare giovanissima.
Insomma, si ereditano anche gli effetti negativi comportamentali. Ma anche quelli buoni per fortuna.

In termini più scientifici, si definisce segnale epigenetico un cambiamento che non modifica la sequenza nucleotidica di un gene, cioè quella che contiene le informazioni di base, ma ne altera l’attività.

Proviamo a spiegarlo meglio con una similitudine di Robert Waterland, ricercatore del Baylor College of Medicine di Houston:
“Se paragoniamo il DNA all’hardware di un computer, l’epigenetica è il software, che stabilisce ciò che il computer può e deve fare”.

Darwin va in cantina.

Non vale più quindi la teoria Darwiniana della selezione della specie…! L’individuo si adatta all’ambiente per sopravvivere nel senso che l’ambiente lo “modifica” e le modifiche si ereditano.

L’ambiente, i pensieri e le emozioni possono quindi influenzare i nostri geni nel loro strato più superficiale (e fortunatamente reversibile).
Lo stress ambientale può avere un impatto così profondo sulla fisiologia di un individuo che le sue modificazioni biologiche possono essere ereditate per generazioni a seguire.

 

Capite adesso perchè è così importante che le nostre abitazioni siano progettate per il benessere? E che benessere significa vivere sano e in modo emotivamente positivo?
Per fare questo è necessario creare ambienti che nutrono l’anima e la mente delle persone aiutandole a manifestare il loro potenziale.

Non possiamo continuare a sopravvivere in scatole di cemento “alla moda” e pensare di non subirne le conseguenze, noi e le generazioni che verranno.

Piuttosto che essere “vittime” della nostra ereditarietà, possiamo controllare l’espressione dei nostri geni progettando ambienti che supportino e migliorino la nostra salute e benessere. È assolutamente importante che l’architettura sia arricchita di fondamenti biologici che permettano alla progettazione di migliorare la qualità della vita delle persone.

Bruce H. Lipton, PhD, biologo cellulare e autore dei bestseller “la Biologia delle credenze” e “L’effetto luna di miele”.

 

 

 

 

 

Autore del Post

Gaia Vivaldi

Classe ’76, Gaia è uno di quegli architetti a cui piace usare le mani per smontare, costruire, colorare… sperimentando l’effetto della concretezza sull’emotività. In instabile equilibrio sull’orlo del caos, alla perenne ricerca di sintomi di bellezza e benessere ovunque essi si incontrino (o scontrino).

Commenti