ON AIR


La fragilità nell’essere umani

La fragilità nell’essere umani

La fragilità nell’essere umani

“L’ingresso del coronavirus nei pensieri che fanno parte della vita quotidiana ha avuto l’effetto di svegliarci da un lungo sonno, nel quale la fragilità dell’essere umano era stata confinata altrove (nei bambini, nei migranti, nelle popolazioni dell’Africa) oppure era considerata un’eccezione riguardante alcuni individui più sfortunati, colpiti da ‘loro’ malattie (tumore, infarto), spesso attribuite a un disordine dello stile di vita o dell’ambiente. Improvvisamente, un microscopico sferico virus con tanti spuntoni interroga l’essere umano su se stesso”.

Questo estratto dell’articolo della Dott.ssa Ferruta del Centro Milanese di Psicoanalisi, ha dato vita alla riflessione sulla fragilità umana di cui parleremo questa sera, nella nuova puntata di DinamicaMente. Da sempre consideriamo questo aspetto della nostra condizione di esseri umani come negativo, e cerchiamo in tutti i modi di nasconderlo o di rinnegarlo, in noi e negli altri, procurandoci anche del dolore. Dovremmo invece accoglierlo e rispettarlo, svincolandolo dal pregiudizio che abbiamo creato attorno al significato della parola stessa. Fragile non significa solo labile, inconsistente e debole ma fragile è ciò che è delicato e sensibile, ad esempio…. “. Buon ascolto.

 

Illustrazione di Henn Kim

 

Sara Lolli

Sara Lolli

Lolli Sara è nata in un paesino salentino. È una psicologa e frequenta la Scuola di Specializzazione in Psicoterapia Psicoanalitica a Chieti. Le piace tutto ciò che è bello e buono, ha una mente aperta e dinamica, le piacciono i sorrisi delle persone e gli occhi di chi ha bisogno di sorridere, le piace la musica che fa “viaggiare” e scoprire sempre posti nuovi, le piace mescolarsi tra la gente e aiutare chi scommette sull’umanità… Questa esperienza a WiP Radio è nata nel 2014 come una scommessa con se stessa e con alcuni dei suoi limiti. “Dinamicamente” è il nome del suo programma, nel quale vengono affrontati temi riguardanti la “psicologia del quotidiano” per menti dinamiche e in movimento.

Articoli Correlati

Commenti