ON AIR


Lucca Comics, torna dopo due anni la fiera del fumetto

Lucca Comics, torna dopo due anni la fiera del fumetto

Lucca Comics all’insegna della nostalgia

Scritto da Stefano Priarone per www.lastampa.it

 

Ma, anche se si parla di ‹‹nuova normalità›› c’è una gran voglia di ritorno al passato. Di ‹‹riveder le stelle›› come dal manifesto dell’evento firmato dall’illustratore (anche) dantesco Paolo Barbieri.

Magari a quegli anni Ottanta dai quali non si riesce a uscire. Proprio in quel decennio, con le sue storie di Batman e Daredevil, è diventato famoso il maestro dei comics Frank Miller che dopo cinque anni torna a Lucca per presentare un documentario sulla sua opera, ‹‹American Genius››, diretto dalla regista Silenn Thomas.

Un ripiegamento al passato che si vede anche nella Sergio Bonelli Editore. La casa editrice di Tex, Dylan Dog e soci non sarà presente alla fiera (ancora timore della pandemia) ma il 30 ottobre in una conferenza alla Chiesa di San Giovanni presenterà il documentario ‹‹Bonelli Story››, sugli ottant’anni della casa editrice.

Fra le mostre a Palazzo Ducale spicca quella sul grande Will Eisner (1917-2005), fra i primi autori a scrivere e disegnare romanzi a fumetti e a chiamarli graphic novel. Storie nelle quali racconta il suo passato di ragazzino ebreo del Bronx, la vita dei suoi genitori, la sua esperienza nella seconda guerra mondiale.

Al passato più recente è invece rivolto il film ‹‹Ghostbusters: Legacy›› che verrà proiettato in anteprima a Lucca (l’uscita italiana è il 18 novembre) e che prosegue la saga anni Ottanta degli Acchiappafantasmi dopo il flop del reboot del 2016. Tornano quasi tutti gli interpreti dei primi due film, i Bill Murray, Sigourney Weaver, Dan Aykroyd, Ernie Hudson e Annie Potts. Ma il convitato di pietra è Harold Ramis, morto nel 2014.

Un’atmosfera elegiaca si vede anche nella scelta dell’opera a fumetti da portare a teatro. Dopo la versione drammatica, gli anni scorsi, della ‹‹Ballata del Mare Salato›› di Hugo Pratt, di ‹‹Kobane Calling›› di Zerocalcare, ‹‹Cinzia›› di Leo Ortolani e ‹‹Lucrezia›› di Silvia Ziche a questa Lucca tocca a ‹‹Corpicino a teatro – Pagine nere per nere cronache›› di Tuono Pettinato. Scelta dell’autore probabilmente obbligata visto che il bravo Tuono Pettinato (alias Andrea Paggiaro) è morto quest’anno a soli quarantaquattro anni, e il 31 ottobre a Lucca è stato proclamato Tuono Day. Ma forse si sarebbe potuta scegliere una sua storia meno cupa da adattare, visto che ‹‹Corpicino›› racconta un infanticidio.

Ha un sottotesto malinconico anche l’uscita di ‹‹Asterix e il Grifone›› (Panini Comics), quinta avventura del Gallo di Jean-Yves Ferri (testi) e Didier Conrad (disegni), ma la prima dalla morte, lo scorso anno, del co-creatore del personaggio Albert Uderzo che aveva portato avanti la serie per oltre trent’anni dopo la scomparsa dell’altro co-creatore Renè Goscinny nel 1977.

Altro che ‹‹nuova normalità››: probabilmente la maggior parte degli aficionados di Lucca sogna le calche del passato, la ‹‹vecchia normalità››.

Chissà se mai tornerà. Intanto Panini Comics ha annunciato che molti volumi e albi annunciati fra fine ottobre e dicembre subiranno ritardi per la crisi mondiale nell’approvvigionamento di materie prime (la carta, in questo caso). Ad esempio il volume disneyano “d’autore” ‹‹Horrifikland››, con Topolino, Pippo e Paperino alle prese con mostri e fantasmi, previsto per Halloween, è slittato a novembre.

‹‹Di cosa sai?›› ‹‹Di nostalgia››. È un famoso scambio di battute della saga di ‹‹Watchmen›› di Alan Moore e Dave Gibbons. Ovviamente anni Ottanta. Il fumetto americano sembra non voler uscire dal passato, di recente c’è stato un sequel di ‹‹Watchmen›› e attualmente sta uscendo una miniserie spin-off su un personaggio della saga, il vigilante Rorschach.

Ma probabilmente sanno di nostalgia anche autori e aficionados della kermesse lucchese.

 

Per leggere le altre notizie clicca qui.

Nicolò Bagnoli

Nicolò Bagnoli

Nasce nel 1986, nel 2010 ha l'idea di WiP Radio di cui è il direttore, è quasi alto come Berlusconi, davanti ad un microfono può starci ore. Parlando, ovviamente.

Articoli Correlati

Commenti