ON AIR


Martingala e Cortomuso Festival: all’Ippodromo Caprilli si scommette sulla cultura

Martingala e Cortomuso Festival: all’Ippodromo Caprilli si scommette sulla cultura

Martingala e Cortomuso Festival: all’Ippodromo Caprilli si scommette sulla cultura

“Datti all’ippica!”

In un’epoca in cui il modello della competenza mostra seri segni di cedimento, scalzato ormai da una nuova specie di uomini totipotenti, sempre in grado di vestire i panni dell’esperto di turno, capita sempre più spesso di sentire (o di pronunciare) questa espressione, che intende mettere in dubbio le effettive capacità del proprio bersaglio polemico. Ecco, c’è chi questo modo di dire lo prende sul serio, rilanciando e conferendo nuova dignità a un luogo che era sì snodo di socialità e relazioni, ma che non era certo sinonimo di arricchimento intellettuale. O quantomeno, ammettendo pure la possibilità di ricavarne un qualche beneficio sul piano spirituale, il più delle volte questo veniva pagato a caro prezzo sul piano materiale.

Ippodromi, scommesse, corse dei cavalli… Quale può esserne dunque la valenza culturale? È presto detto. Quest’anno, il Comune di Livorno e la Fondazione L.E.M. (Livorno Euro Mediterranea) hanno infatti deciso di investire nella rifunzionalizzazione dell’Ippodromo Caprilli, facendone, dopo cinque anni di degrado e abbandono, uno spazio per iniziative culturali. In particolare, due sono le rassegne che vi si svolgono: Martingala e Cortomuso Festival. La peculiarità del contesto emerge già dalla scelta dei titoli, che richiamano subito l’ambito dell’ippica, come a dire che un evento culturale, di qualunque natura esso sia, non può mai prescindere dal territorio che lo ospita. (La martingala è il finimento usato per controllare la posizione della testa del cavallo o delle redini nel salto, mentre il cavallo che al fotofinish vince di pochi centimetri vince appunto di un corto muso – come, tra l’altro, magistralmente ci insegna Massimiliano Allegri qui).

Martingala

La rassegna, che ha preso avvio il 10 luglio (mea culpa per non avervela segnalata prima), proseguirà fino al 13 agosto. Un contenitore di cultura aperto quest’anno a due collaborazioni: quella con il Deep Festival e i suoi spettacoli e quella con Pensieri in corsa e i suoi incontri sulle origini del pensiero moderno. A completamento, anche la presentazione di libri su Caprilli, personaggi che hanno vissuto in vario modo l’ippodromo livornese e spettacoli sul “Cavaliere dei cavalieri”. Infine, anche del teatro “leggero” e vernacolare, per non trascurare una tradizione di spettacolo che fa parte dell’identità della città. Di seguito, le date che restano. (I biglietti saranno disponibili il giorno stesso degli eventi a partire dalle ore 21 ai botteghini dell’ippodromo Caprilli).

LUNEDI 9 AGOSTO
Ore 21,30
Deep Festival
DI MALAVOGLIA
ispirato a I Malavoglia di Giovanni Verga
di e con Michele Santeramo
hangar produzioni – mowan teatro

MARTEDI 10 AGOSTO
Ore 21,30
Deep Festival
IL GIOCATORE
di Fedor Dostoevskij
lettura scenica a cura di Alice Bachi e Monica Santoro

MERCOLEDI 11 AGOSTO
Ore 21,30
Deep Festival
L’UNTORE
ispirato a Diceria dell’untore di Gesualdo Bufalino
di e con Alessandro Bru
in collaborazione con hangar produzioni

GIOVEDI 12 AGOSTO
Ore 21,30
Deep Festival
ITALIANI SI NASCE
di Alessandro Brucioni e Michele Crestacci
con Michele Crestacci
regia Alessandro Brucioni
produzione mowan teatro

VENERDI 13 AGOSTO
Ore 21,30
Presentazione del libro
LE CORSE DEI CAVALLI A LIVORNO FRA IL 1739 E IL 1893
di Clara Errico e Michele Montanelli (Edizioni CTL – Centro Tipografico Livornese)

Cortomuso Festival

Alla sua prima edizione, il festival si propone come una rassegna di musica indie pop dal vivo. Prevista dal 20 al 28 agosto, saranno 9 concerti in 9 giorni consecutivi. A calcare il palcoscenico collocato di fronte alle tribune scoperte saranno artisti diversi, di generazioni diverse, ma accomunati da un forte spessore cantautorale. I biglietti dei concerti, che inizieranno tutti alle 21:30, potranno essere acquistati in prevendita sul circuito dice.fm. Di seguito il programma.

Venerdì 20 agosto – LO STATO SOCIALE + Tommaso Novi
Sabato 21 agosto – PSICOLOGI
Domenica 22 agosto – BOBO RONDELLI
Lunedì 23 agosto – WILLIE PEYOTE
Martedì 24 agosto – MODENA CITY RAMBLERS
Mercoledì 25 agosto – BOBBY SOLO + Sinfonico Honolulu
Giovedì 26 agosto – NADA DUO
Venerdì 27 agosto – IOSONOUNCANE
Sabato 28 agosto – COMA COSE

Per (ri)leggere tutti gli articoli di “Non è buio ancora”, clicca qui.

Simone Gasparoni

Simone Gasparoni

Classe 1995, studio Filosofia all'Università di Pisa. Allievo ortodosso di Socrate, ho sempre pensato che le parole siano roba troppo seria per abusarne (lo so, lo so, detta così sembra una scusa degna del miglior cerchiobottismo, per dirla in gergo giornalistico). Romantico per vocazione, misantropo per induzione. Attualmente, in via di riconciliazione con il genere umano attraverso la musica, l'arte, la cultura. Per ora, sembrano buone vie. Oltre che all'Unipi, potete trovarmi in giro in qualche locale o teatro a strimpellare la tastiera. O, con più probabilità, a casa mia. P.S. Ecco, l'ho già fatta troppo lunga...

Articoli Correlati

Commenti