ON AIR


Tra viaggio e mistero: la Spada nella Roccia di San Galgano

Tra viaggio e mistero: la Spada nella Roccia di San Galgano

Tra viaggio e mistero: la Spada nella Roccia di San Galgano

Un coraggioso cavaliere che depone la sua arma per seguire la fede. Un eremo e un’antica Abbazia ricchi di spiritualità, immersi in un paesaggio suggestivo. Una spada conficcata nella roccia. Avalon? La mitica Durlindana di Orlando? O magari hanno a che fare con Re Artu? Niente di tutto questo!

 

Il luogo mistico che lega a doppio filo storia e leggenda si trova in Italia, fra Siena e Massa Marittima, e racconta la storia di Galgano, un valoroso cavaliere che decise di ritirarsi in eremitaggio per seguire la parola di Dio. Galgano dette addio alle armi conficcando la sua spada in una roccia, convertendola a croce per le sue preghiere. La spada, che è tutt’ora conficcata nella pietra e protetta da una teca per evitare i danni causati dai nefasti tentativi dei curiosi di estrarla, si trova nell’Eremo di Montesiepi, costruito dopo la morte del santo proprio nel luogo dove si ritirò in preghiera fino alla sua morte.

 

Successivamente alla costruzione della Cappella dell’Eremo, fu ordinata l’edificazione di un vero e proprio monastero: l’Abbazia di San Galgano è quello che resta oggi del monastero cistercense dedicato al santo. In piedi ci sono ancora le pareti e alcune delle volte: le rovine a cielo aperto creano un ambiente di grande suggestione che vale davvero la pena essere visitato.

Qui alcune informazioni utili per la visita, anche in funzione delle restrizioni da Covid-19.

Come raggiungerla:

http://

 

 

 

Laura Lippi

Laura Lippi

Fiorentina di nascita, randagia per natura, viaggia low cost in solitaria dall’età di 4 anni quando, con un peluche come unico bagaglio, ha sconfinato nel cortile dei vicini “per vedere cosa c’è più in là”. E non ha mai smesso.

Articoli Correlati

Commenti