WiP Radio

Tromba d’aria a Rosignano Solvay: proseguono gli interventi

Tromba d’aria a Rosignano Solvay: proseguono gli interventi

TROMBA D’ARIA IN LOC. “PALAZZONI” A ROSIGNANO SOLVAY: PROSEGUONO GLI INTERVENTI DI MESSA IN SICUREZZA

Ieri, 25 settembre, intorno alle ore 20:30 una forte tromba d’aria ha colpito la zona del Lillatro e dei Palazzoni a Rosignano Solvay, abbattendo alberi e provocando gravi danni a cose e persone.

A seguito delle prime segnalazioni sono intervenuti sul posto Carabinieri, agenti della Polizia Municipale, Vigili del Fuoco e oltre 100 volontari, che per prima cosa hanno liberato le strade da rami e detriti per permettere l’accesso dei mezzi di soccorso. Sul posto anche la Protezione Civile e squadre di dipendenti comunali per fornire assistenza tecnica, transennare i luoghi e coordinare gli interventi. Alle ore 21.15 è stato ufficialmente aperto il Centro Operativo Comunale (COC) presso la palestra “Picchi” del Lillatro, dove è stato allestito un Posto di Comando Avanzato e sono state ricoverate le persone sfollate dalle abitazioni.

La tromba d’aria ha colpito il Circolo Canottieri Solvay, danneggiando gravemente sia il ristorante che la struttura geodetica in cui si stava svolgendo una partita di tennis; ha sradicato o abbattuto molte decine alberi ad alto fusto, danneggiato numerosi veicoli e le strutture mobili annesse al Campo di Rugby; inoltre ha scoperchiato il tetto di svariate abitazioni. Purtroppo oltre ai danni a beni mobili e immobili ci sono stati anche 8 feriti: 2 persone sono attualmente ricoverate presso l’ospedale di Livorno, 2 sono state portate al pronto soccorso di Cecina e poi dimesse, mentre 4 sono state medicate in loco.

Dai sopralluoghi svolti questa mattina nel quartiere Palazzoni, in via Veneto, via Carducci e via Agostini, gli appartamenti colpiti sono complessivamente 87, di cui 56 danneggiati e 28 dichiarati inagibili. Anche lo stabilimento Solvay è stato interessato dalla tromba d’aria, ma non ci sono stati danni agli impianti.

Oggi e domani proseguiranno alacremente i lavori per far fronte all’emergenza: i VVFF sono impegnati a realizzare coperture provvisorie dei tetti, per evitare che le piogge previste per i prossimi giorni causino ulteriori danni agli immobili; Rea Spa sta rimuovendo i rifiuti urbani, quali ramaglie e macerie, mentre l’impresa Ideale Falossi si sta occupando di rimuovere resti di eternit e rifiuti che contengono amianto; le ditte Giglio, Castorani e Garden Poggio Fiorite sono impegnate per il taglio e la rimozione degli alberi pericolanti e caduti.

Il COC è ancora attivo presso la sede della Polizia Municipale, in piazza del Mercato a Rosignano Solvay, i cittadini possono segnalare i danni alla protezione civile chiamando il numero 0586 724401, in orario 8:00 – 20:00.

Delle 6 persone che ieri sera hanno passato la notte presso la palestra “Picchi”, 2 sono state prese in carico dal SEUS – Servizio Emergenza Urgenze Sociali e 4 soggiorneranno provvisoriamente presso la pensione “Villa dei Gerani”. Le altre persone che hanno dovuto abbandonare le proprie case si sono organizzate autonomamente chiedendo ospitalità a parenti e amici.

“I miei ringraziamenti – dichiara il Sindaco Daniele Donati – vanno ai soggetti che sono intervenuti prontamente in aiuto della popolazione e che ancora adesso stanno facendo del loro meglio per affrontare l’emergenza: i Vigili del Fuoco di Cecina e di Livorno, le Forze dell’Ordine, gli agenti di Polizia Municipale e i dipendenti comunali, la Protezione Civile del Centro Intercomunale Bassa Val di Cecina e tutti i volontari di Croce Rossa Italiana – Comitato di Rosignano, Pubblica Assistenza e Mutuo Soccorso Rosignano Marittimo, Misericordia Gabbro, Misericordia San Pietro in Palazzi ODV, SVS Pubblica Assistenza di Livorno, Pubblica Assistenza Collesalvetti e Giubbe Verdi. Ai nostri concittadini, che sono stati colpiti duramente da questa calamità, va invece la mia solidarietà e vicinanza, con l’augurio di superare presto questo momento difficile, più forti di prima”.

 

 

Per leggere altre notizie clicca qui

Autore del Post

Nicolò Bagnoli

Nasce nel 1986, nel 2010 ha l'idea di WiP Radio di cui è il direttore, è quasi alto come Berlusconi, davanti ad un microfono può starci ore. Parlando, ovviamente.

Commenti