WiP Radio

Christopher Castellini: “L’unico limite è nella nostra mente”

Christopher Castellini: “L’unico limite è nella nostra mente”

“L’unico limite è nella nostra mente”.

Pensiamo a quante volte, nel corso della nostra vita abbiamo costruito delle barriere… non intendono barriere fisiche fatte di mattoni e cemento ma barriere costruite con pregiudizi, paure e insicurezze! Ci sentiamo insicuri, non all’altezza, meglio mollare allora piuttosto che rischiare, in questo modo è più facile, sembra faccia meno male…

Oggi voglio parlarvi di una persona in grado di dimostrarci che ogni cosa è possibile se noi lo vogliamo davvero: il cambiamento parte per prima cosa dalle nostre menti. Ecco il suo identikit:

-nome: Christopher Castellini
-età: 27 anni
-professione: illusionista/mentalista

Christopher è un ragazzo speciale, magico, oserei dire. Originario di Gottolengo, in provincia di Brescia; fin da piccolissimo ha coltivato il sogno di diventare un mago, oggi quel sogno è diventato realtà. Tutto è iniziato con un semplice mazzo di carte regalo dalla mamma… da lì in poi solo tanta forza di volontà!

Christopher, nel corso degli anni, ha continuato a far rimanere tutti a bocca aperta portando la sua arte sui palcoscenici teatrali e studi televisivi i quali gli hanno conferito grande fama!
I suoi video su YouTube hanno milioni di visualizzazioni e poi molti sono i riconoscimenti ottenuti: primo mentalista italiano a salire sul podio al Campionato Europeo di Magia 2017, Terzo classificato al Campionato del Mondo di Magia 2018 in Sud Korea ed anche un Guinness World Record è riuscito a collezionare!

Christopher ha sempre voluto lavorare con la magia, ha semplicemente dovuto cambiare un po’ le regole del “gioco“: da anni è affetto da una rara malattia, la distrofia muscolare progressiva. Inizialmente ha temuto che questo gli avrebbe impedito di realizzare il suo sogno di diventare un mago ma Christopher, naturalmente grazie all’appoggio della sua famiglia, ha deciso di non arrendersi e continuare a studiare e provarci e provarci ancora. Molte sono state le porte chiuse in faccia e così anche la voglia di arrendersi ma il suo desiderio era troppo forte per essere spento da un “non ce la faccio”.


La svolta, come Christopher racconta in un’intervista per Popolis, è stata poi nel 2014, quando in un viaggio a Las Vegas per caso si è imbattuto nel celebre prestigiatore David Copperfield, il quale gli ha detto di continuare a coltivare la sua magia! Queste parole hanno spinto Christopher a buttarsi ancora più duramente nel suo percorso… i risultati direi che ci sono stati eccome!

Oggi il suo spettacolo dal titolo “La Scelta” gira i teatri di tutto il mondo. Qui il mago desidera portarci un un universo parallelo fatto di stupore e meraviglia. Lo spettacolo, racconta Christopher, parla delle nostre scelte: “tutta la nostra vita è costituita da scelte, ciò che scegliamo di fare, che non scegliamo di dire… Siamo noi i protagonisti della nostra vita!

Combinando il carattere spettacolare dell’illusionismo e quello coinvolgente del mentalismo Christopher riesce ad entrare in stretto contatto con il suo pubblico, che in ogni suo performance ha un ruolo fondamentale!
Sono convinto che sia la mente il luogo in cui avviene la vera magia“, afferma Christopher.

La sua testimonianza ci porta a riflettere sui noi stessi, sulla vita… che mai come in questo momento, non è un qualcosa da dare per scontato!
Possiamo avere infinite scelte, infiniti modi per essere chi vogliamo essere davvero, abbattendo quelle famigerate barriere e guardando dentro noi stessi, scoprendo le nostre potenzialità: possiamo cambiare ogni cosa, l’incredibile può diventare credibile!

…parola della vostra Poly e naturalmente del magico Christopher Castellini.



						
					

Autore del Post

Paola Palazzetti

Paola nasce a Lucca nel 1995. È un'inguaribile romantica, una chiacchierona ed una persona molto solare. Per lei la famiglia, gli amici ed i suoi animali sono la cosa più importante. Adora le serie tv, la musica ed il cinema ma soprattutto è una fashion e beauty addicted. Difetti? È una ritardataria cronica.

Commenti