WiP Radio

Forza, coraggio e Hooverphonic

Forza, coraggio e Hooverphonic

Prima di leggere premete play al video qua sotto 😃

 

Ogni volta mi fate tornare in mente tanti ricordi. Mi fate ripensare a vecchie cose. Il vicino Belgio vi ha dato i natali, non siete i primi e non sarete gli ultimi. Ma siete gli Hooverphonic. Nel 1996 avevo appena un anno, non sapevo chi foste. Ma i tempi cambiano, cambia l’età e le consapevolezze. Ma sapete cosa non cambia? La rabbia. Quella rabbia, che voi tanto agognate. Vedo il suo viso, di lei che canta nella sala piena di uomini che la guardano appassionata. Ma lei non distoglie l’attenzione, la sua voce ti tiene fermo sull’obiettivo. Col suono dolce ci di che la rabbia fa parte della tua vita, fa parte di te che leggi, fa parte di me che scrivo. Come dargli torto, la considero una certezza delle nostre vite. “See the tears how slow they tumble down”. Scendono piano ci dice, pianissimo. Queste lacrime che fanno fatica a scendere, non perché sian pigre ma perché non vorremmo farle cadere. Poi silenzio di voce, acuto di musica. E ancora, ancora la rabbia, parte di noi. Ma arrivamo alla conclusione, il suono si alza, il morale alle stelle, l’adrenalina ormai fa parte di noi. Non possiamo scappare e non lo faremo. Conclude e ci lascia interdetti. Questo é un solo loro brano e riesce a riassumere la loro forza, almeno con me. E il finale non lascia spazio ad interpretazioni. 

”the end will cease the fire

and make us accept 

we tend to lose”

Thanks Hoover.

 

 

Autore del Post

Edoardo Masini

Mi chiamo Edoardo Masini e ho 23 anni, lavoro come cameriere e sono al terzo anno di scienze politiche all'Università di Pisa. Amante della musica e dell'arte, sono sempre alla ricerca di cose che possano far crescere la mia cultura.

Commenti