ON AIR


La musica: uno strumento di guarigione

La musica: uno strumento di guarigione

La musica: uno strumento di guarigione

La musica rappresenta un buon strumento da cui partire per guarire, come mi ha ripetuto all’infinito la mia psicoterapeuta “ti ricordi Inside Out? Come si rialzano e come tornano al centro di comando? Utilizzando il trenino della musica! Ecco la musica può aiutarti”.

La musica tocca centri emozionali, ti fa rivivere esperienze, spiega sensazioni e sentimenti. La musica, così come tutta l’arte in generale, aiuta molto nella rielaborazione del dolore.

In questa puntata: crea le tue playlist e alcune canzoni che possono aiutarti a comprendere e guarire.

Crea le tue playlist

Io ho playlist per ogni momento:

  • una per quando sono triste e voglio approfondire il mio malessere, con una serie di canzoni e cantanti che mi riaprono quelle ferite, alcuni cantanti italiani sono indicatissimi per questo;
  • una per quando ho bisogno di vitalità ed energia con i tormentoni e la musica disco;
  • una per quando devo reagire, con una serie di canzoni che parlano di scelte, di guerrieri, di persone che combattono e riescono;
  • una per capire il narcisismo e l’affettività, Mina, Ferro, Masini etc. ne parlano spesso, consapevolmente o no.

Alcune canzoni specifiche

  • Nessuna Conseguenza
  • Fatti bella per te
  • L’ultima notte al mondo
  • Fino all’ultimo minuto


Martina Vecce

Martina Vecce

Martina Vecce è una giornalista iscritta all'albo dei pubblicisti della Toscana, esperta in web marketing e comunicazione online, ha iniziato a scrivere “Diario di una codipendente guarita” per WiP Radio dopo un percorso introspettivo molto intenso e difficile, ovviamente non vengono dati consigli psicologici, ma vengono raccontate esperienze vissute da lei o da suoi conoscenti durante il percorso di guarigione.

Articoli Correlati

Commenti