WiP Radio

Che mondo sarà senza Corpo Forestale dello Stato?

Che mondo sarà senza Corpo Forestale dello Stato?

Domenica prossima (31 gennaio) sarà il giorno di chiusura, salvo deroghe dell’ultimo minuto, della stagione di caccia 2015/2016. Se dobbiamo fare un bilancio di quest’anno possiamo dire che è stato veramente disastroso dal punto di vista delle illegalità. Purtroppo il nostro Paese non è mai stato abbondante in termini di controlli venatori nel recente passato e adesso ancor meno vista la decisione del Governo di abolire il Corpo Forestale dello Stato come corpo autonomo, e quindi? E quindi niente più controlli, niente più multe a chi sgarra, niente più arresti ai bracconieri: tutti saranno liberi di fare cosa vogliono, come Pinocchio nel Paese dei Balocchi.DSC00074 Adesso il controllo venatorio sarà effettuato dalle guardie venatorie volontarie e da altri… volontari, per un lavoro davvero rischioso visto che chi deve essere controllato è armato e spesso senza scrupoli.
In tutta Italia, quest’anno, di irregolarità ce ne sono state tantissime: dall’uccisione di specie protette, dall’uso di tecniche illegali quali l’uccellagione e l’utilizzo di reti non a norma, caccia incontrollata nelle aree protette e volendo si potrebbe fare un elenco lungo due pagine di quaderno.
L’unica cosa positiva è che il Governo ha chiuso anticipatamente la caccia per alcune specie decretate a rischio come la beccaccia ed il torno, ma la mia domanda è: come fai a proteggerli se non li controlli?
Eh cari miei, il futuro della natura e dell’ambiente in Italia è sempre più nebuloso senza contare le difficoltà che incontrano aree protette, oasi, parchi nazionali e regionali che dovrebbero essere luogo di conservazione e salvaguardia della natura, nonché “autogrill” per gli uccelli in migrazione e scrigno di biodiversità.
Nella puntata seguente analizzeremo l’anno della caccia appena concluso e altre interessanti notizie dal mondo della natura.

Autore del Post

Francesco Giusti

Laureato in Scienze Naturali e Guida Ambientale Escursionistica, si occupa di natura per WIP, per la quale conduce "Pianeta Terra", un programma che ne illustra problematiche e curiosità, con lo scopo di dare il suo piccolo contributo nella sensibilizzazione e nella conservazione. Appassionato di calcio e con fede juventina, segue la trasmissione sulla Serie A "Palla a 2".

Commenti