WiP Radio

Birra spalmabile, la novità che arriva dal Centro d’Italia

Birra spalmabile, la novità che arriva dal Centro d’Italia

La birra spalmabile è la nuova frontiera per chi ama gli abbinamenti impossibili. Ancora non avevamo fatto l’abitudine alla Crema Pan di Stelle che dal cuore dell’Italia, arriva questa novità. Ad inventarla, la Cioccolateria Napoleone di Rieti.

birra spalmabile

La guerra delle spalmabili tra Ferrero e Barilla ha acceso l’attenzione anche su questo prodotto a dir poco singolare. La birra spalmabile si presenta come una densa gelatina dolciastra ma con un retrogusto amarognolo. Profumo spiccato, è in due versioni: la birra chiara bionda dalle note floreali e quella scura dove spiccano le note tostate. Proprio come se si trattasse di una birra a tutti gli effetti.

I produttori suggeriscono di utilizzare la birra spalmabile con formaggi leggeri e insalate miste per la versione bionda, mentre quella scusa sta bene con salumi e carne. Si può mangiare anche semplicemente con pane biscotti e grissini. Insomma ogni scusa è buona, anche perché grazie al processo di lavorazione il prodotto, realizzato con birra nazionale, è analcolico.

Dove acquistarla? Per lo shopping online clicca qui. Un barattolo da 380 grammi costa 7.50 euro.

Autore del Post

Raffaella Galamini

Raffaella Galamini, nata a Viterbo ma ormai fiorentina d’adozione. Da sempre i giornali sono il suo pane quotidiano. Dopo tanti anni di lavoro in redazione, si è ritrovata a girare per ristoranti e locali e a scrivere di cibo e di vino per testate come Agrodolce, 2night, Puntarella Rossa, Corriere Extra edizione Toscana, Lungarno. Collabora da quattro anni alla Guida di Repubblica ai sapori e ai piaceri della Toscana. (Quasi) sommelier Ais.

Commenti