ON AIR


Camminare a piedi nudi sulla sabbia

Camminare a piedi nudi sulla sabbia

Il profumo del mare,
delle alghe lasciate dalla marea sulla riva,
della salsedine che ricopre come un velo
ogni cosa circostante.
Il sole negli occhi e il vento che scompiglia i capelli,
liberi nella loro danza volteggiante.
Schizzi di spuma bianca atterrano sulla pelle,
piccole gocce iridescenti nate tra le onde,
che imperterrite giocano a rincorrersi
in una varietà di sfumature cristalline.
I piedi nudi affondano nella sabbia calda,
minuscoli granellini si insinuano tra le dita,
pungenti e solleticanti.
Orma dopo orma prosegue il cammino,
con un percorso visibile
solo fino alla successiva marea.
Che porta via con sé tutto ciò che incontra,
in cambio di conchiglie e ossi di seppia,
stelle marine e ciottoli trasportati dalle correnti.
Respirando l’aria salmastra
tutto sembra così semplice, essenziale, realizzabile.
E ancora una volta ritrovo me stessa,
rincorrendo le onde che sempre fluiscono,
guardando le tracce impresse dal mio cammino.

Praia do Mar de Fora, Finisterre

Ciao cari lettori, oggi mi sento così, essenziale. Camminare sulla spiaggia è una delle pillole di felicità che amo di più, mi aiuta a pensare, a focalizzare, a ritrovare l’equilibrio quando barcollo (ma non mollo!). E voi, amate passeggiare in questo modo? O preferite altri luoghi per ritrovare voi stessi? Aspetto i vostri commenti, se volete. Come sempre vi ringrazio per la lettura, e vi aspetto tra due settimane per un altro intervento di “Attimi di felicità”.

Un abbraccio forte.

Chiara Cassani

Chiara Cassani

Maestra di danza orientale e floriterapeuta, suona la batteria in un gruppo metal femminile: le Obsydian Shiver. Le piace leggere, ascoltare musica rock e punk, e degustare birre con gli amici più cari. Abita con una gatta in una mansarda davanti al mare.

Articoli Correlati

Commenti