ON AIR


Selaron Apartments: il sogno di una famiglia italiana a Rio de Janeiro!

Selaron Apartments: il sogno di una famiglia italiana a Rio de Janeiro!
Ci sono quelle casualità che cambiano il corso della storia. Come l’eruzione di un vulcano, che impedisce ad una famiglia italiana di rientrare dal Brasile. E che porta quella stessa famiglia, a un incontro fortuito e a comprare uno stabile per realizzare il loro sogno: “I Selaron Apartments”!
Nella mia vita da nomade digitale ne ho incontrate tante di storie e – lo sapete – non riesco a non raccontarvele perché hanno davvero del magico e perché questa è la missione che sento un po’ più mia. Condividere.
Così quando ho proposto a Cristina e al Giò (come lo chiama lei) di fargli un’intervista per raccontare la loro storia, piena di colpi di scena, come ad esempio una pandemia di mezzo che di certo non agevola il trovare affittuari, loro sono sembrati entusiasti e quindi eccoci qua, a raccontarvi questa fantastica avventura.
1) Cri,Giò, chi siete,  cosa fate e cosa vi ha portato ad acquistare una proprietà a Rio?

Siamo una famiglia italiana con la passione per il mondo! Ed è proprio durante un nostro peregrinare di 12 anni fa che ci siamo imbattuti in un luogo “magico e nascosto” della megalopoli di Rio De Janeiro. L’aiuto del vulcano Eyjafjoll è
stato risolutivo perchè nonostante la nostra partenza programmata per il rientro in Italia, ci aveva costretti a ritornare a Rio, e questo disagio, volendolo vedere dal lato positivo, ci ha consentito di poter visitare meglio, un luogo che ci aveva incantati, ma che avevamo potuto visitare molto velocemente. Ed è stato così che ci siamo anche innamorati del Personaggio che lo abitava e che purtroppo
non c’è più: ovvero l’artista cileno Jorge Selaron.

Il luogo di cui stiamo parlando è il quartiere di Santa Teresa, lo storico quartiere coloniale di Rio de Janeiro, pieno di silenzio e di vecchie case in parte ben ristrutturate, di mattonate da percorrere a piedi che scendono verso il centro pulsante della città. E’ proprio in questo quartiere che si trova la famosa Escadaria Selaron, una splendida opera d’arte realizzata dall’artista stesso con il contributo di tutti i viaggiatori del mondo.
Qui abbiamo preso casa!Abbiamo comprato un immobile completamente disastrato che con pazienza e tenacia, abbiamo portato a nuova vita.

2) Sembrate davvero innamorati di questo posto, cosa sono le cose che vi piacciono di più del Brasile e di Rio?

SENSO DI ADATTAMENTO:
Senz’altro questo spirito di adattamento che hanno le persone e questa capacità di vedere “sempre il lato positivo delle cose”. L’ apparente convivialità e spensieratezza della gente è comunque contagiosa.

NATURA:
La natura in ogni sua forma spesso dirompente, è davvero
fantástica! La frutta, tanta buona e ovunque.

LINGUA:
La língua, il brasiliano è una musica.

IL PANORAMA:
A Rio il panorama della città dall’alto “dei morri” merita il viaggio!!
Così come la dolce curva di Copacabana: sembra tutto
dipinto da una mano sapiente..

3) Come sono strutturati gli appartamenti e su che canali si possono prendere in affitto?

Monolocali tutti uguali, coloratissimi e pieni di luce naturale con finestre che si affacciano nella natura. Semplici ma dotati di ogni confort per cucinare e semplicemente per “stare”( aria condizionata, internet wi-fi, lavanderia, tv, microonde). C’è una terrazza sul tetto della casa da cui si gode di un panorama affascinante e dove si può prenderei l sole o il fresco la sera. Pur essendo a due passi dal caótico centro cittadino, lassù da noi regna un silenzio quasi irreale fatto di suoni che vengono dal passato: campane del convento che da il nome al quartiere, uccelli che cinguettano, galli che danno il buongiorno al sole …

La piattaforma su cui si possono prendere in affitto gli appartamenti è airbnb, siamo presenti anche su Facebook e Instagram ma ci si può anche contattare per mail siamo in grado di gestire tutto pur
essendo lontani..

4) Cosa vi augurate per il futuro?

Per il futuro ci auguriamo che il Brasile possa essere il paese in cui abbiamo creduto: giovane e forte e pacifico, pieno di risorse naturali interne e con tanta voglia di esplodere!!

Ora è un gigante ancora addormentato.. o tenuto a cuccia…

Io ringrazio la Cristina e il Giò per questa intervista, una storia di forza, felicità, colori ma anche di resilienzia per chi in questo periodo non smette di guardare al futuro con gioia. Se avrò la possibilità farò visita ai Selaron Apartments in uno dei miei prossimi viaggi. Essendoci il Wi – Fi, gli appartamenti, sono perfetti anche per i nomadi digitali o per persone che hanno possibilità di lavorare in smart working.
Vi è piaciuta la storia?
Non dimenticate di condividere l’articolo.
A presto LeTy – GaGa
Letizia Vallini

Letizia Vallini

Alla soglia dei 30 anni sono tantissime le cose che ha da raccontare. Nativa di Rosignano e di adozione Veronese, nel suo cuore e nella sua mente sogna da un po' gli States. Per cercare di non perdere tutto ciò che le accade, cerca di parlarne: attraverso la radio, la scrittura, l'arte, attraverso il suo lavoro - si occupa di web marketing e community management, colora la sua vita di tinte brillanti. Anche se si sente grata davvero solo quando si accorge di riuscire a colorare un momento della vita degli altri, che sia un secondo, un giorno o il tempo che ci vuole :) .

Articoli Correlati

Commenti