ON AIR


La donna come corpo

La donna come corpo

La donna come corpo

Da qualche giorno sui social ha preso voce un fatto che purtroppo non ha nulla di nuovo. Una ragazza salentina ha ricevuto una telefonata da parte di un uomo sconosciuto che spacciandosi come ginecologo e possedendo dati sensibili riguardanti la sua salute ginecologica, ha richiesto informazioni sulla sua vita sessuale con l’intenzione fittizia di voler svolgere una visita online richiedendo video e foto intime. La ragazza ha avuto il coraggio di denunciare e segnalare l’accaduto sui social. Sono emersi così tantissimi casi analoghi nei quali però le donne vittime di molestia non hanno denunciato. Carlotta Vagnoli, una survivor sopravvissuta ad uno stupro, diffonde su Instagram cultura riguardo alla violenza di genere e chiarisce a chi le chiede il perché di tutto questo il motivo che porta gli uomini a commettere atti di violenza e di potere mercificando il corpo della donna considerandolo uno oggetto. La puntata di questa sera, prendendo spunto da quanto accaduto, ha l’intento di spiegare da dove si origina questo stereotipo di genere e cosa si dovrebbe fare per farlo scomparire…. Buon ascolto.

Illustrazione di Henn Kim

 

Sara Lolli

Sara Lolli

Lolli Sara è nata in un paesino salentino. È una psicologa e frequenta la Scuola di Specializzazione in Psicoterapia Psicoanalitica a Chieti. Le piace tutto ciò che è bello e buono, ha una mente aperta e dinamica, le piacciono i sorrisi delle persone e gli occhi di chi ha bisogno di sorridere, le piace la musica che fa “viaggiare” e scoprire sempre posti nuovi, le piace mescolarsi tra la gente e aiutare chi scommette sull’umanità… Questa esperienza a WiP Radio è nata nel 2014 come una scommessa con se stessa e con alcuni dei suoi limiti. “Dinamicamente” è il nome del suo programma, nel quale vengono affrontati temi riguardanti la “psicologia del quotidiano” per menti dinamiche e in movimento.

Articoli Correlati

Commenti