ON AIR


Incidente con l’apecar

Incidente con l’apecar

UNA VITA VIOLENTA

Ieri primo giorno di mare per noi detenuti. Visto che in settimana ho riparato delle maioliche gli assistenti sociali mi hanno fatto guidare il pulmino. Al primo incrocio vedo una apecar e gli vado addosso. Dal mezzo esce Cristina Del Basso vestita da apicoltore. “Signorina cara, come sta? Si è fatta male?”, chiedono alcuni miei compagni di prigionia. “Ma quale signorina – risponde sfilandosi dei pezzi di faccia -, io sono Luca Barbareschi e questo è il Grande Bluff!”. Sembrava che non aspettava altro.

ASPETTATIVE

Ieri ho fatto l’esterna con Emanuel, un tronista sulla quarantina mio pretendente. Ci siamo baciati e abbiamo rubato una moto. Come pregi siamo entrambi persone sincere. Cose in comune parecchie, alcune anche curiose, come il fatto che a entrambi sono già morti i trisnonni. Vediamo come procede.

SPOSALIZIO

I miei genitori mi hanno combinato un matrimonio con un capostazione di mezza età (Enzo). Lavoro solido, persona affidabile, automunito. A casa c’è un giorno sì e dieci no, quindi avrei anche le mie libertà di fare quello che mi pare e andare con le ‘belle di giorno’. Poi quei pochi momenti che Enzo rientra al domicilio allora mi metto il grembiule, faccio da mangiare, gli lavo le calze, insomma una donna perfetta. Tanto è questione di quanto? Nel complesso sarà un mese all’anno a dir tanto. Mia mamma: “E’ capace che poi vi innamorate”. Eh sì perché qua noi siamo a fare i film di Pupi Avati!!! Diamoci una bella svegliata per piacere.

Niccolò Re

Niccolò Re è nato a Sarzana nel 1986.

Articoli Correlati

Commenti