ON AIR


Preparativi di viaggio: quell’insana passione per “la lista”

Giardinieri mutilati

Giardinieri mutilati

Oggi sono stato a fare conto terzi con due amici giardinieri che mi danno una mano. Eravamo a fare la siepe, di fronte avevo Enzo che tagliava e anche io ci davo dentro coi miei forbicioni. A un certo punto spunta tra i rametti il suo bel pollicione rosa, sembra un wursterino. Non resisto e glielo taglio via. Urla, 118, pronto soccorso ecc. Ovviamente mi sono scusato e alla fine non se la sono presa più di tanto. Non ha ancora la mano, non l’aveva visto, non è la fine del mondo ecc., si son detti i miei amici. Tutte balle e lo sanno anche loro.


I miei genitori mi hanno detto che, per risparmiare, quando verrò a mancare mi lanceranno dritto un fossato, senza esequie, senza manifesti né niente. Lo psicologo Recalcati è venuto a saperlo e ha approvato il tutto, parlando di “ritorno all’acqua”. Sono cose che a volte dice anche quando è al ristorante con delle donne… Il Consorzio irriguo invece non è d’accordo perché sono un bel ragazzone e quindi è capace che vado a tappargli certe condotte. Già ci sono i caprioli, ci manco giusto io.


Domani i miei genitori mi portano a castrare. Dicono che è meglio anche per evitare dei disturbi in futuro. Io non sono tanto d’accordo ma non ne faccio un dramma, se i miei preferiscono così per me non c’è problema. Del resto anche votare voto sempre quello che mi dicono loro.

Niccolò Re

Niccolò Re è nato a Sarzana nel 1986.

Articoli Correlati

Commenti