ON AIR


Millefoglie: il dolce tipico della pasticceria francese

Millefoglie: il dolce tipico della pasticceria francese

L’esatta origine del Millefoglie è sconosciuta ancora oggi, ma di una cosa siamo certi: si tratta di un dolce tipico della pasticceria francese, la cui ricetta è stata perfezionata da Marie-Antoine Carême. Il Millefoglie (mille-feuille o millefeuille), è anche famoso con il nome di Napoleon.

Ma come si realizza questo dolce tanto semplice e molto buono? Occorrono pochissimi ingredienti ma un po’ di pazienza per i tempi di attesa. Il Millefoglie è composto da tre strati di Pasta Sfoglia che si alternano a due strati di crema pasticciera o crema al cioccolato. C’è anche chi preferisce farcirlo con della panna o della confettura.
L’ultimo strato, invece, può essere cosparso di glassa o di zucchero a velo oppure decorato con panna.

Per preparare il Millefoglie potete comprare al supermercato la Pasta Sfoglia già pronta oppure prepararla voi stessi seguendo la ricetta che vi lascio qui sotto.

Gli ingredienti per la Pasta Sfoglia:

  • 450gr di farina 00
  • acqua q.b.
  • 1 pizzico di sale
  • 200gr di burro morbido a temperatura ambiente
  • 30 gr di farina 00

Gli ingredienti per il Millefoglie:

  • Pasta Sfoglia
  • zucchero a velo q.b.
  • crema pasticciera
  • crema al cioccolato
  • decorazioni a scelta

Il procedimento:

In un recipiente versate la farina, aggiungete un pizzico di sale e a poco a poco l’acqua. Impastate fino a quando avrete ottenuto un panetto asciutto. Con l’aiuto di un mattarello, stendete la pasta ottenuta formando un rettangolo.

Adesso occupatevi del burro. In un piatto aggiungete il burro morbido (non fuso) e i 30 gr di farina. Mescolate questi due ingredienti fino a quando otterrete una pastella morbida. Prendete il composto ottenuto e posizionatelo al centro della pasta stesa precedentemente.
A questo punto dovete piegare la pasta: in alto, in basso, a destra e a sinistra. Stendetela nuovamente, sempre con il mattarello, creando un altro rettangolo. Ora fate un’altra piega, stavolta però dovete piegare prima in basso, poi in alto, poi a destra e infine a sinistra. Ottenete così la forma simile ad un libro. Mettete la pasta su un piatto e ponetela in frigorifero per 30 minuti.

Una volta tolta dal frigo, stendete la pasta sempre formando il rettangolo e ripetete le pieghe: basso, alto, destra e sinistra. Riponetela in frigo per altri 30 minuti. Quest’operazione deve essere fatta in totale per 3 volte.

Trascorso questo tempo, estraete la pasta sfoglia dal frigo e stendetela per l’ultima volta. Ora potete dividerla in strati per creare il vostro Millefoglie: con un coltello dividete la sfoglia in 3 pezzi uguali e trasferite ciascun pezzo sopra la carta forno da inserire all’interno delle teglie che andrete ad infornare.
Con una forchetta pizzicate tutta la superficie della sfoglia e distribuite un po’ di zucchero a velo utilizzando un colino. Infornate a 200°C per circa 15 minuti, dipende dal proprio forno.

 

Togliete le teglie dal forno e lasciate raffreddare la Pasta Sfoglia. Nel frattempo preparate la crema pasticciera, la ricetta la potete trovare qui. Se volete creare quella al cioccolato, potete sciogliere semplicemente il cioccolato (decidete voi le quantità) con del latte (q.b.).
Una volta create le creme da inserire, dedicatevi al riempimento del Millefoglie. Prendete uno strato di Pasta Sfoglia e, utilizzando una sac-à-poche, decoratelo con la crema (io ho fatto uno strato di crema al cioccolato e uno di crema pasticciera). Posizionate sopra l’altro strato di Sfoglia e coprite anche questo con la crema. Alla fine, ponete l’ultimo strato di Pasta Sfoglia e, stavolta, cospargetelo di zucchero a velo oppure decoratelo con della panna e del cioccolato.

Il vostro Millefoglie è pronto per essere degustato! Prima di mangiarlo, tenetelo in frigo per un’oretta minimo. Sarà molto più buono.

Luisa Giacomarra

Luisa Giacomarra

Appassionata di viaggi, natura, cinema e pasticceria. Sognatrice ad occhi aperti, le piace sperimentare nuove ricette, unendo creatività e passione, dando un tocco personale a ciò che realizza. Ottimismo, divertimento, condivisione e socievolezza sono le sue parole chiave.

Articoli Correlati

Commenti