ON AIR


La Cream Tart: un’esplosione di colori che fa venire l’acquolina in bocca

La Cream Tart: un’esplosione di colori che fa venire l’acquolina in bocca

E’ arrivata anche in Italia, da un po’ di tempo ormai, la nuova moda di creare dolci a forma di numero, lettere, cuori e forme geometriche varie: si tratta della Cream Tart, una vera esplosione di colori che solo a guardarla fa venire l’acquolina in bocca!

Si chiama Adi Klinghofer (questo il suo profilo Instagram) la giovane pasticciera israeliana che ha inventato la Cream Tart e che dire, tanto di cappello.. possiamo farle solo i complimenti! Ma com’è fatto questo “nuovo” dessert che impazza nel web e sta conquistando tutti?

Due strati di pasta frolla ricoperti di crema al mascarpone o namelaka al cioccolato bianco e decorati con macarons, meringhe, frutta fresca, fiori edibili e chi più ne ha più ne metta.. una vera e propria goduria, ve lo assicuro.
Oltre ad essere buonissime, le Cream Tart sono proprio belle da vedere e perfette per ogni occasione: compleanni, battesimi, San Valentino. E come ha detto Adi stessa “Una festa senza una torta è solo un incontro“.

La Cream Tart si può preparare con la pasta frolla classica, aggiungendo anche una piccola dose di farina di mandorle o con la pasta biscuit o ancora preparando un pan di spagna.
Io oggi vi mostro la ricetta della pasta sablé che ho utilizzato qualche giorno fa.

Gli ingredienti per la frolla:

  • 150 gr di burro morbido
  • 170 gr di zucchero
  • 1 uovo
  • 1 tuorlo
  • un pizzico di sale
  • 270 gr di farina 00
  • 40 gr di cacao amaro
  • 1 bustina di lievito per dolci

Gli ingredienti per la crema:

  • 250 gr di panna da montare
  • 350 gr di cioccolato bianco

Procedimento:

In un recipiente inserite il burro, lo zucchero, l’uovo, il tuorlo e un pizzico di sale e mescolate. In un’altra ciotola versate la farina, il cacao amaro e il lievito.

      

Mescolate questi tre ingredienti e poi uniteli agli altri mescolati prima. Aiutandovi con le mani, impastate il composto fino a formare una palla. Avvolgetela nella pellicola e mettetela in frigo per minimo 30 minuti (se rimanesse un’intera notte sarebbe ancora meglio, così avrebbe più tempo per riposare).

    

Una volta trascorso questo tempo, estraetela dal frigo e versate un po’ di farina su di una spianatoia. Con un coltello dividete la vostra pasta a metà e stendetela con un mattarello. A questo punto ritagliate la forma che volete darle, io ho disegnato un cerchio. Per facilitarvi, potrete prendere dal web la forma che più desiderate (numeri, lettere, cuori, farfalle, ecc..) e stamparla su di un foglio. Potrete così appoggiare, sulla vostra pasta stesa, la forma che avrete stampato e il ritaglio sarà più semplice.

   

Se disegnate il cerchio, ricordatevi di ritagliare anche un cerchio più piccolo all’interno, come se doveste realizzare uno zero oppure la lettera O. Togliete la parte interna superflua e mettetela da parte perché potreste usarla come decorazione. Io, ad esempio, ho realizzato dei piccoli cuoricini che poi ho infornato e una volta pronta la Cream Tart, li ho appoggiati sopra la crema come decorazione.

   

Stessa cosa fate con la seconda parte della pasta: stendetela e ritagliatene la forma, uguale a quella precedente.
Adesso rivestite due teglie con della carta da forno e adagiatevi sopra le due paste ottenute. Bucherellate la pasta con una forchetta e, successivamente, infornate le due teglie a 180°C per circa 15-20 minuti.

Nel frattempo dedicatevi alla crema. In un pentolino versate la panna liquida e quando sta quasi per bollire, aggiungete il cioccolato bianco a pezzetti. Togliete dal fuoco e mescolate con l’aiuto di una frusta a mano, fino a quando il cioccolato sarà completamente sciolto. Lasciate raffreddare e poi mettetela in frigo a riposare per un paio d’ore. Dopodiché potrete riprendere la vostra crema e con le fruste elettriche montarla.

        

Ora che la crema è pronta e anche le vostre basi sono state realizzate, dedicatevi alla decorazione. Innanzitutto, anche grazie ad una sac-à-poche, ricoprite il primo disco con un po’ di crema. Appoggiate il secondo disco sopra e anche stavolta cospargetelo di crema. Adesso potrete sbizzarrirvi: l’aspetto più bello delle Cream Tart è proprio il fatto che ognuno può personalizzare il proprio dessert come meglio crede e scatenare la propria fantasia.

     

Io, prima di decorare il secondo disco, ho prelevato un po’ di crema e l’ho colorata di rosso con i coloranti alimentari. Dopo aver fatto dei ciuffetti con la crema bianca, ne ho inseriti qua e là alcuni rossi. Infine ho aggiunto i biscotti a forma di cuore. La mia Cream Tart è stata divorata in un solo giorno, correte a prepararla anche voi perché è veramente buona!

  

Luisa Giacomarra

Luisa Giacomarra

Appassionata di viaggi, natura, cinema e pasticceria. Sognatrice ad occhi aperti, le piace sperimentare nuove ricette, unendo creatività e passione, dando un tocco personale a ciò che realizza. Ottimismo, divertimento, condivisione e socievolezza sono le sue parole chiave.

Articoli Correlati

Commenti