ON AIR


Rula Jebreal: “noi donne vogliamo essere libere nello spazio e nel tempo”

Rula Jebreal: “noi donne vogliamo essere libere nello spazio e nel tempo”

Il 3 Novembre 2020 viene fatta la storia: Joe Biden viene eletto Presidente degli Stati Uniti d’America. Al suo fianco la vicepresidentessa Kamala Harris, prima donna oltre che nera indo-americana a ricoprire la carica. Tutto fa pensare che sia tempo di grandi cambiamenti.
Il discorso della Harris mi ha particolarmente ispirata:

Sebbene io sia la prima donna a ricoprire questo incarico, non sarò l’ultima. Penso a intere generazioni di donne che hanno battuto la strada per questo preciso momento. Penso alle donne che hanno combattuto e sacrificato così tanto per l’uguaglianza, la libertà e la giustizia per tutti, comprese le donne afroamericane, spesso trascurate ma che spesso dimostrano di essere la spina dorsale della nostra democrazia. […] Ai figli dei nostro Paese, indipendentemente dal vostro genere, abbiamo un messaggio chiaro per voi: sognate con ambizione, guidate con convinzione e guardate a voi stessi in modi che forse gli altri non vedranno, ma semplicemente perché non lo hanno mai visto prima. E noi vi applaudiremo ad ogni passo.

Queste parole che da giorni mi risuonano in mente mi hanno fatto pensare a tutte quelle donne che hanno e stanno lottando contro una società che le ha sempre messe da parte ma penso sia davvero arrivato il momento di far vedere chi siamo e chi possiamo diventare!

Voglio infatti parlarvi proprio di una di queste donne che fin dall’infanzia ha lottato per essere libera e che oggi si batte per la libertà di altri. Ecco il suo identikit:

– nome: Rula Jebreal
– età: 47 anni
– professione: giornalista, scrittrice, presentatrice

Rula nasce ad Haifa, in Israele. A soli cinque anni viene portata dal padre in un orfanotrofio a seguito del suicidio della madre. Grazie alla direttrice della struttura, considerata da lei sua “maestra di vita”, Rula riesce a riscattarsi e da qui comincia la sua storia con l’Italia: nei primi anni ’90 riceve una borsa di studio che le permette di completare l’Università a Bologna, per poi cominciare a collaborare con varie testate giornalistiche televisive del nostro Paese. Dopo 12 anni come giornalista ed inviata tv Rula decide di iniziare a scrivere e nel 2003 pubblica il suo primo romanzo.

Nonostante la sua difficile infanzia Rula nel corso degli anni è stata più volte attaccata e giudicata: per la sua etnia, per il successo raggiunto grazie alla sua bellezza, per aver avuto la sua bambina a poco più di 20 anni… Parole che feriscono più di uno schiaffo in faccia! Col tempo Rula ha imparato a convivere con tutto questo ma da sempre sentiva il bisogno di aiutare chi invece di fronte a certi tipi di abusi era, al contrario di lei, incapace di agire.

Nel 2008 ad esempio è stata autrice e produttrice di un evento al Colosseo in favore della moratoria ONU contro la pena di morte mentre nel 2013 ha condotto Mission, un programma realizzato in collaborazione con l’UNHCR e INTERSOS per mostrare in televisione la situazione nelle zone del mondo in cui erano presenti i rifugiati. L’anno successivo a causa delle critiche espresse contro i media statunitensi sulla guerra a Gaza la rete MSNBC cancellò tutte le sue apparizioni.

Lo scorso Febbraio il ritorno di Rula in Italia, dove la troviamo protagonista sul palco del teatro Ariston come co-presentatrice di Sanremo. Il suo monologo contro la violenza sulle donne ha profondamente toccato tutta Italia e non solo.

LIBERTÀ: è questo quello che Rula ha sempre desiderato per le donne di tutto il mondo. Una battaglia la sua che coinvolge sì, le donne, ma anche gli uomini. Tutti noi abbiamo il diritto di essere e di fare quello che vogliamo, credere nei nostri sogni, non aver paura di mostrare chi siamo al mondo.

Donne come Rula sono solo da apprezzare ed io sono contenta, nel mio piccolo, di far parte della sua community! Insieme nessuno sarà in grado di spezzarci le ali. E voi cosa state aspettando? Seguitela subito sulla sua pagina instagram.

Paola Palazzetti

Paola Palazzetti

Paola nasce a Lucca nel 1995. È un'inguaribile romantica, una chiacchierona ed una persona molto solare. Per lei la famiglia, gli amici ed i suoi animali sono la cosa più importante. Adora le serie tv, la musica ed il cinema ma soprattutto è una fashion e beauty addicted. Difetti? È una ritardataria cronica.

Articoli Correlati

Commenti