WiP Radio

Tra viaggio e mistero: Stonehenge

Tra viaggio e mistero: Stonehenge

Tra viaggio e mistero: Stonehenge

Siamo realisti: dato il periodo che stiamo vivendo, anche solo immaginare di programmare un viaggio è un’utopia. E dato che devo accontentarmi di spostarmi solo con la mente, perché non scegliere una destinazione che, fra mito e leggenda, come pochi altri luoghi al mondo può stimolare la fantasia?

Un tempio pagano? Un calendario? Un osservatorio astronomico? Sono ancora molti i dubbi sull’origine del celebre monumento megalitico, ma forse è proprio questo il motivo per cui i suoi monoliti, che possono arrivare a pesare oltre 30 tonnellate, continuano ad affascinare migliaia di persone che vi si recano ogni anno. Sono stati chiamati in causa druidi, celti e persino Re Artu ma, non avendo risposte certe, probabilmente la cosa migliore è andare a vedere con i propri occhi e fare proprio quello che ci trasmette.

Come arrivare

Considerando Londra il principale luogo di partenza, ci sono tre possibilità: treno, bus, macchina a noleggio. La città più vicina al sito è Salisbury, che dista circa 16 km dal sito archeologico, ed è la prima tappa in caso di treno o bus.

Treno

I treni per Salisbury partono dalla stazione di London Waterloo più o meno ogni ora ed il costo minimo di sola andata è di £ 37.40 (cercate i biglietti con l’offerta “off peak”), per un viaggio di circa un’ora e mezza. Per gli orari e l’acquisto dei biglietti consultate il sito della National Rail.

Non essendoci bus di linea che collegano Salisbury a Stonehenge, dovrete affidarvi ai bus-navetta che potete prenotare sul sito ufficiale di Stonehenge: qui potrete acquistare sia il documento di trasporto (al prezzo di £ 11.00) che il biglietto di entrata al sito (che costa circa $ 20.00) ma con la possibilità di utilizzare dei pacchetti-tour a prezzi più convenienti.

Bus

Anche in questo caso l’arrivo obbligato è Salisbury: sul sito del National Express potete trovare gli orari e i prezzi più bassi rispetto all’acquisto del biglietto a bordo. Da Salisbury dovrete di nuovo affidarvi ai bus-navetta.

Macchina

Che è poi la soluzione scelta da me e i miei compagni di viaggio: macchina noleggiata al rent-a-car più vicino all’entrata dell’autostrada per evitare il più possibile di guidare in città. Data la difficoltà che sicuramente incontreremo nel guidare “al contrario” consiglio di noleggiare una macchina con il cambio automatico: un pensiero in meno durante i circa 140 km di viaggio!

Autore del Post

Laura Lippi

Fiorentina di nascita, randagia per natura, viaggia low cost in solitaria dall’età di 4 anni quando, con un peluche come unico bagaglio, ha sconfinato nel cortile dei vicini “per vedere cosa c’è più in là”. E non ha mai smesso.

Commenti