WiP Radio

Mania di controllo, domare l’imprevedibile

Mania di controllo, domare l’imprevedibile

Mania di controllo, domare l’imprevedibile

In una realtà sociale che mira al perfezionismo, al controllo di sé e alla creazione di una zona comfort il bisogno di sicurezza può trasformarsi in un’ossessione per il controllo. La paura dell’ignoto, dell’effimero, della vita nella sua caducità ci porta a sviluppare un bisogno di controllo che in qualche modo possa farci sentire padroni del tempo.
Viviamo una vita frenetica, è normale cercare di starle dietro, tentando in tutti modi di acciuffarla controllandola senza farsi sopraffare. Ma dimentichiamo spesso che il nostro è un tentativo inutile. La vita non si può controllare. Scorre come un fluido difficile da impacchettare. Proviamo ansia, frustrazione quando i nostri piani non vanno come avremmo voluto, quando l’indomabile non si fa domare. Quando si presenta un ostacolo ci irritiamo con facilità. Molte volte lottiamo contro noi stessi. Proviamo ansia ad esempio, e cerchiamo subito di scacciarla via per farla scomparire, nascondiamo sotto un tappeto emozioni e sensazioni scomode. Forse se adottassimo una posizione diversa di accettazione ed osservazione godremo di una prospettiva diversa. Non si vive con la mente ma con i sensi. I pensieri limitano, chiudono. Impariamo a percepirci, senza giudicarci ma contemplandoci. In questo modo potremmo imparare a comprenderci non in maniera intellettuale ma vitale, acquisendo una forma di coscienza che conduce verso l’equilibrio.

 

Illustrazione di Henn Kim

 

 

 

Autore del Post

Sara Lolli

Lolli Sara è nata in un paesino salentino. È una psicologa e frequenta la Scuola di Specializzazione in Psicoterapia Psicoanalitica a Chieti. Le piace tutto ciò che è bello e buono, ha una mente aperta e dinamica, le piacciono i sorrisi delle persone e gli occhi di chi ha bisogno di sorridere, le piace la musica che fa “viaggiare” e scoprire sempre posti nuovi, le piace mescolarsi tra la gente e aiutare chi scommette sull’umanità… Questa esperienza a WiP Radio è nata nel 2014 come una scommessa con se stessa e con alcuni dei suoi limiti. “Dinamicamente” è il nome del suo programma, nel quale vengono affrontati temi riguardanti la “psicologia del quotidiano” per menti dinamiche e in movimento.

Commenti