WiP Radio

Tasnim Ali: essere diversi non significa essere sbagliati

Tasnim Ali: essere diversi non significa essere sbagliati

Il pregiudizio: l’errore peggiore ed allo stesso tempo più comune che l’essere umano può fare.

Ciò che è diverso da quello che siamo abituati a conoscere ci spaventa in qualche modo ed è più facile giudicare un libro dalla copertina piuttosto che cercare di comprendere quello che ci troviamo davanti. Temiamo che quella cosa o persona che sia ci possa fare in qualche modo del male, che invada la nostra comfort zone e che stravolga ogni cosa. Ma sarebbe così sbagliato? È sbagliato essere diversi? È sbagliato voler conoscere la diversità?

Normale“. Che parola limitante e noiosa, di certo non sembra lasciar spazio all’immaginazione.

Oggi ho deciso di parlarvi di una persona un po’ appunto DIVERSA dal solito, una persona che racconta sé stessa suoi social senza tanti peli sulla lingua, che fronteggia costantemente insulti e pregiudizi e che allo stesso tempo li combatte a testa alta e con allegria. Ecco il suo identikit:

– nome: Tasnim Ali
– età: 21 anni
– professione: studentessa ed influencer

Tasnim vive a Roma, studia all’Università di Scienze Politiche ed allo stesso tempo lavora nell’agenzia di viaggi del padre.

Nel giro di pochissimo tempo i suoi video su TikTok sono diventati sempre più virali ed anche su instagram sta ricevendo sempre più seguito.

Tutto è iniziato quando Tasnim comincia a postare video ironici sull’essere una giovane ragazza musulmana. Su un giornale web infatti afferma: “Ho iniziato a postare video ironici sull’essere musulmana in Italia. Poco a poco ho cominciato a ricevere tantissime domande sulla religione nei commenti sotto ai miei video. Così ho iniziato a rispondere. Da lì i video aumentavano sempre di visualizzazioni e la curiosità delle persone aumentava con essa.

Ammetto che quando mi sono imbattuta casualmente nel suo profilo sono stata anche io molto curiosa di conoscerla un po’ di più e soprattutto desideravo cercare di comprendere meglio la sua una cultura…
L’intento di Tasnim, infatti, non è semplicemente produrre dei contenuti divertenti per i suoi followers ma cercare di smentire tutti quei luoghi comuni e preconcetti che purtroppo si tendono ad avere sul mondo islamico. Un mondo ed una religione profondamente diversi dalla nostra realtà occidentale.
Lei stessa ha di fatti dovuto subire (e purtroppo ancora a volte subisce) insulti ed ha dovuto combattere contro domande bigotte… ma l’esperienza è ciò che l’ha resa quello che è oggi: una donna forte, schietta e divertente. Bellissima sia dentro che fuori.

In modo insolito e spassoso Tasnim riesce a parlare di tematiche importanti e sottovalutate creando interesse ed aprendo dei dialoghi costruttivi. Nessuna imposizione, solo sincerità.

La sua scelta di diventare musulmana ed indossare il velo, o meglio, hijab, non è stato per lei un obbligo. Portare quel, come tanti dicono, “fazzoletto” in capo, non è per lei un’oppressione ma piuttosto un simbolo: rappresenta la sua cultura, la sua religione, il suo essere donna. Sotto uno dei suoi post afferma che per lei il suo velo è “arte pura“.

Probabilmente ci sarà chi non capirà mai le parole di Tasnim e continuerà a rimanere nella propria “normalità” ma io credo invece che quello che questa ragazza è riuscita a creare sul web sia davvero molto bello: culture che si intrecciano, sguardi che aprono, principi che si iniziano a comprendere…

Curiosi di conoscerla meglio? Allora dovete assolutamente seguirla sulle sue pagine social!

Autore del Post

Paola Palazzetti

Paola nasce a Lucca nel 1995. È un'inguaribile romantica, una chiacchierona ed una persona molto solare. Per lei la famiglia, gli amici ed i suoi animali sono la cosa più importante. Adora le serie tv, la musica ed il cinema ma soprattutto è una fashion e beauty addicted. Difetti? È una ritardataria cronica.

Commenti