ON AIR


Intro

Intro

A tutti quei superficiali che riducono la biografia di Intro Montanelli alla vicenda del ‘madamato’ oggi vogliamo ricordare alcuni episodi della vita del grande cronista fucecchiese in modo da restituirne un realistico ritratto di uomo curioso, simpatico e innamorato del suo mestiere.

1) Nel 1967 giocò una partita a dama con l’amico Ennio Flaiano. Campione indiscusso, Montanelli ci restò di sasso quando l’avversario gli mangiò l’ultima pedina, interrompendo la sua striscia di 980 vittorie consecutive. “M’ha damato! – esclamò basito l’Indro – M’ha damato!”

2) Nel 1978 a Milano si tenne una convention dedicata al cosiddetto cinema di Serie B, tanto in voga in quegli anni: poliziotteschi, horror, soft porno e via disco orrendo. Montanelli ci si recò con l’idea di fare una grande intervista collettiva ai maestri dei b-movie lì presenti. C’erano Lenzi, Fulci, Cicero, Martino, Pannacciò. Montanelli li passa in rassegna e fa: “Ma D’Amato?!?!”

3) Nel gennaio 1995 La Voce, testata fondata da Montanelli dopo aver lasciato Il Giornale, esce con un’inchiesta sulla dottoressa Maria Teresa Garlaschelli, nominata per la quarta volta consecutiva, in spregio a ogni regola dell’alternanza, presidente dell’Ambito territoriale ottimale idrico della Provincia di Milano. Il titolo del direttore è spietato: “MADAME ATO”.

Niccolò Re

Niccolò Re è nato a Sarzana nel 1986.

Articoli Correlati

Commenti