WiP Radio
Mio carissimo zio

Grazie zio carissimo Paolo fratello maggiore – e migliore – di mia madre Luciana. Grazie per il bellissimo lavoro di approfondimento che fai ogni giorno sul canale 54 e del fatto che a volte mi inviti per stare a gratis tra il pubblico facendomi talvolta giacere col le storiche ospiti in trasmissione. E se loro, come a volte capita, sono contrariate, tu le minacci, dici che non le chiami più, che non gli vuoi più bene, allora esse obbediscono, dormono un pochino con me e la smettono di prendermi in giro per le cisti. Le mie preferite sono la dott.ssa Silvia Farris, la Nardacchione e quella bionda che ricorda la Lorella Cuccarini di cui ora, zio adorato, ora scusa tanto ma mi sfugge il nome… sarà che me la rammento più per altro che per il nome! E quanto piacere mi fa dolcissimo zio quando mi fai giocare sulle ginocchia dei professori che intervengono in studio, quando mi consente di prendere in giro il dottor Franco Cardini sbagliandogli l’accento sul cognome in modo che venga fuori la componente della porta. Zio materno mio delicatissimo ti rinnovo inoltre la preghiera di non invitare più storici meridionali, in primis il dottor Villari e gli universitari del Foggiano, perché quando parlano non si capisce bene e poi le lamentele del pubblico mica arrivano a te, mia perpetua luce e guida, ma al direttore generale Mauro Masi, mio personale amico e nuovo fidanzato di mamma che, tra parentesi, zio doratissimo, è tua sorella, se a volte te ne ricordi, così, per sbaglio. E se magari nel tempo libero mio luminosissimo parente puoi un attimo dare un’occhiata alla mia tesina a tema violenze dei partigiani su popolazione civile e animali da compagnia. In ogni caso mio studiatissimo e virtuosissimo zio resti una persona meravigliosa e questa cosa mi riempie di orgoglio anche con gli amici, a proposito se giovedì non vengono ai tuoi funerali li inculo.

Autore del Post

Niccolò Re

Niccolò Re nasce a Sarzana (Sp), dove attualmente vive, il 21 maggio 1986. Maturità scientifica, Laurea in Cinema, nel 2012, un po' per caso, intraprende il mestiere di giornalista, che svolge tutt'ora presso la testata online Città della Spezia. Tra i suoi hobby il calcio, la musica, la storia, l'antropologia. Ama gli animali e ha un bellissimo e simpatico cane di nome Camillo. Dal 2016 convive con l'economista Irene Tinagli.

Commenti