WiP Radio

Berrettini ai quarti degli Us Open, primo italiano dopo 42 anni

Berrettini ai quarti degli Us Open, primo italiano dopo 42 anni

Tennis, Us Open: storico Berrettini, primo italiano ai quarti dopo 42 anni

(articolo scritto da Redazione Repubblica per www.repubblica.it)

Matteo Berrettini riscrive la storia del tennis italiano: è il primo azzurro ad approdare ai quarti di finale agli US Open da quando si giocano sul cemento di Flushing Meadows. Prima di lui, infatti, c’era riuscito solo Corrado Barazzutti, nel 1977, ma sulla terra verde di Forest Hills. Il tennista romano, testa di serie n. 24, ha rispettato i pronostici contro il russo Andrey Rublev, n. 43, superato con il punteggio di 6-1, 6-4, 7-6 (8/6). Berrettini, dopo aver condotto un match perfetto, ha avuto un solo passaggio a vuoto, sul finire del terzo set quando ha perso per la prima volta la battuta sul 6-5. Ma nel tie-break ha mantenuto i nervi saldi, anche dopo essere stato rimontato da 5-2 a 5-5 e dopo essersi visto annullare un match-point, e alla seconda occasione ha chiuso con una volèe di dritto incrociato. Tra Berrettini e la semifinale c’è il francese Gael Monfils, numero 13 del mondo, che ha regolato in scioltezza lo spagnolo Pablo Andujar con il punteggio di 6-1, 6-2, 6-2.

Il torneo, intanto, dopo Djokovic, ha perso un altro atteso protagonista, il n. 6 Alexander Zverev, battuto in rimonta per 4-6, 6-2, 6-4, 6-3 da Diego Schwartzman, testa di serie n. 20. L’argentino, ai quarti come nel 2017, se la vedrà con lo spagnolo Rafael Nadal, numero due del mondo e del tabellone, che ha superato il croato Marin Cilic in quattro set con il punteggio di 6-3, 3-6 6-1 6-2.

In campo femminile è uscita un’altra grande favorita, la n. 1 del mondo e campionessa uscente Naomi Osaka. La giapponese si è arresa alla svizzera Belinda Bencic, n. 12 del mondo, con il punteggio di 7-5 6-4. La Bencic ai quarti sfiderà la croata Donna Vekic, n. 23 del mondo, che ha piegato la tedesca Julia Goerges, n. 30 Wta, per 6-7 (5), 7-5, 6-3.

Autore del Post

Nicolò Bagnoli

Nasce nel 1986, nel 2010 ha l'idea di WiP Radio di cui è il direttore, è quasi alto come Berlusconi, davanti ad un microfono può starci ore. Parlando, ovviamente.

Commenti