WiP Radio

Stavo di pattuglia col collega

Stavo di pattuglia col collega

Stavo di pattuglia col collega quando ore 03.45 abbiamo investito Appino cantante Zen Circoli così abbiamo telefonato se cortesemente potevano mandare qualcuno. Il ragazzo presentava escoriazioni sugli arti e la tuta rovinata e riferiva di una sua ‘drupi’ (se gentilmente possiamo verificare dalla centrale) sbalzata presso boscaglia citeriore. Il ragazzo stava cosciente e di fronte a contestazione operatori assicurava non essere figlio Venditti Antonello Izzo Simona rispettivamente nati a Roma il 7/2/1945 e Roma (RM) il 10/10/59 lei attrice così così lui grande musicista. Gentilmente il mezzo 118 con medico e infermiere a bordo arrivava dopo ore una e constatava il decesso dell’Appino che veniva contestualmente indagato per agiotaggio e turbativa d’asta. Successivamente ore 05.20 la pattuglia rinvenivamo in gabbiotto stabilimento balneare il biochimico Francioni Fedro appartato con minorenne di anni quattro. Il Francioni già concorrente ambito televisivo Fininvest asseriva trattarsi di uso personale così come cortesemente comunicato alla Centrale non procedevamo e anzi ce ne andavamo salutando con educazione (“Ciao grande”). Seguentemente ore 05.45 la pattuglia stava allertata per percosse domestiche in abitazione privata addiveniamo al luogo della situazione trovando l’ex presidente del consiglio Lamberto Dini che aggrediva la moglie che presentava ferite da tagliacarte al volto alla gola e ai circostanti arazzi del Parmigianino. La donna si dimenava e urlava nel pieno della notte così gli operatori intervenivano prontamente riportandola alla calma spiegandole gentilmente che se stava una vera signora è merito del presidente Dini che non le ha fatto mai mancare niente. Alle ore 06.50 la pattuglia raggiungeva la pensioncina ‘Rinascimento’ conseguentemente segnalazione titolare che riferiva di mancata risposta al bussare per la colazione presso una camera. Col collega addivenivamo sul luogo e seguentemente ripetuti toc toc bussati invano stava necessario forzare la porta. Dentro stava giovane donna bell’aspetto priva di conoscenza con solo la mutandina veramente audace. Col collega riconoscevano nella persona l’attrice di cinematografia sensuale Gnappi Valentina notando sul comodino in noce varie scatole e flaconi di farmaceutica tipologia sonnifero. Registravamo toccando sul collo che il battito stava quasi azzerato mentre il nostro stava logicamente in accelerazione. Evitavamo cortesemente il contatto telefonico immediato con i soccorritori per effettuare preliminarmente alcuni rilievi i quali stavano eseguiti a turno, prima io poi il collega minore in grado. Terminate tutte le verifiche del caso allertavamo 118 Ospedale di Teramo che una volta in loco constatava il decesso della giovane. Col collega ore 07.35 rientravamo per il fine turno e sul volto stava un sorriso.

Autore del Post

Niccolò Re

Niccolò Re nasce a Sarzana (Sp), dove attualmente vive, il 21 maggio 1986. Maturità scientifica, Laurea in Cinema, nel 2012, un po' per caso, intraprende il mestiere di giornalista, che svolge tutt'ora presso la testata online Città della Spezia. Tra i suoi hobby il calcio, la musica, la storia, l'antropologia. Ama gli animali e ha un bellissimo e simpatico cane di nome Camillo. Dal 2016 convive con l'economista Irene Tinagli.

Commenti