WiP Radio

Anche se è faticoso bisogna provare…

Anche se è faticoso bisogna provare…

Anche se è faticoso bisogna provare…

 

a cambiare atteggiamento per migliorare  la nostra società.

Buongiorno cari lettori di Wip!

Questa settimana volevo lasciarvi qualche riflessione su quanto sia facile essere/diventare maleducati.

Troppo spesso noi cerchiamo di essere  dei cittadini modello quando arriva il maleducato di turno e ci fa riflettere su cosa stiamo facendo.

Perché diciamocelo… rispettare le regole ed essere dei buoni cittadini è spesso faticoso e non siamo sempre in stato mentale o altro per poter essere sempre ligi.
Per esempio: PARCHEGGIARE la macchina.

Che sia un parcheggio in linea, a lisca di pesce o in griglia, ci sono dei margini da rispettare. Parcheggiare in questi limiti è sicuramente  più laborioso che arrivare e lasciarla come viene viene. Uno deve calcolare lo spazio, iniziare la retromarcia o eseguire qualche manovra i più per poter rispettare quei margini.
Questo perché?

Innanzitutto perché ci sono delle regole da rispettare per la civile convivenza. Se cosi non fosse come potremmo rispettarci l’un con l’altro sia che abitiamo in un paesino di 50 anime che in una città di centinaia di persone.  Questa è la società e se non si desidera rispettare determinate regole del viver civile, sarebbe bene che uno valutasse di andare a vivere in un posto isolato o comunque con pochissimi individui.

Anche se è faticoso bisogna provare...

Sul web gira questo memorandum a mio parere molto utile.

Spesso si casca sui luoghi comuni accusando chicchessia se il nostro paese  o la nostra piccola realtà dove viviamo non ci piace.
I disservizi capitano ma c’è il modo per migliorare nel nostro piccolo?

Rispettare le file

Essere  puntuale

Non inventare pettegolezzi

Svolgere bene il proprio lavoro

Non sprecare l’acqua

Dire “per favore” e “grazie”

Non gettare rifiuti per strada

Godersi lo sport per ciò che è : uno gioco

Mettere la freccia quando svolti

Parcheggiare correttamente negli spazi consentiti

 

Chi di voi esegue tutti questi punti giornalmente ?

Quanti di voi potrebbero fare di più?

Vi siete mai lamentati di altre persone che non eseguono uno o più di questi punti?

 

Ma chi me lo fa fare?

E’ la frase che spesso mi dico quando mi trovo davanti a persone che vivono benissimo nell’ essere maleducate e incivili. Poi penso che nel mio piccolo posso cambiare qualcosina anche io e cerco di lasciare un’eredità alla prossima generazione.

Anche se è faticoso bisogna provare...

 

E parlando della prossima generazione io spero davvero che ci sia più senso di responsabilità.

Troppo spesso vedo scene da brivido di genitori che permettono ai propri figli di essere maleducati in ambienti comuni come ristoranti o ambienti chiusi.
Per  non essere il ” cattivo ” genitore di turno si concedono delle libertà davvero fastidiose.

Settimana scorsa ero in Capraia e nel viaggio di ritorno ho deciso di trascorrerlo nei locali all’interno della nave.
La Toremar ha messo un parco giochi a disposizione dei bambini per fargli passare il tempo di tragitto.

I genitori hanno ben pensato di lasciarli in piena libertà di movimento e spazio per potersi ” rilassare”.
Il problema è che chi avesse voluto riposarsi o provare a dormire durante  il viaggio non c’è riuscito.

Le urla di questi bambini super eccitati dal gioco hanno reso il viaggio impossibile alla maggior parte dei viaggiatori. Talvolta venivano ripresi per cercare di educarli ma invano.

Detto questo spero che la vostra società ideale sia a un passo dal realizzarsi perché la mia… necessita di molto lavoro e impegno!

 

Autore del Post

Sabina Matteucci

Sabina, classe 1985, è appassionata di tutto ciò che è arte: musica, disegni, fotografia, creazioni con ogni genere di materiali. Inoltre ama il mare, gli animali, le lunghe passeggiate nel bosco e trascorrere tempo con gli amici.

Commenti