WiP Radio

Eva Khash Lingerie: l’arte della seduzione

Eva Khash Lingerie: l’arte della seduzione

Eva Khash Lingerie: l’arte della seduzione

Ciao a tutti, amici di WiP e ben ritrovati! Tenetevi forte… Perché, come già anticipato, l’articolo di oggi sarà decisamente sopra le righe! Si parla di seduzione… uno stadio piuttosto avanzato oserei dire. Quel tipo di seduzione che avviene quando tutte le premesse sono già state fatte, qualche bicchiere di vino è già stato bevuto e si finisce per ritrovarsi nell’intimità di quattro mura, probabilmente a parlare di quanto sia strana quella situzione nata così spontaneamente… Spontaneamente? Sul serio?

Sapete, si dice che oggi giorno le donne (in linea di massima ovviamente) siano molto più spigliate, più disinvolte e sicure di se; molte di noi sono passate dal sognare la storia d’amore di Cenerentola ad adorare Mulan, che prende l’iniziativa e a se stessa ci pensa da sola. E, nel tempo libero, salva anche la Cina. #Girlpower a tutti gli effetti insomma! In un contesto sociale come questo è nato un detto che fa sorridere: se quando spogli una donna noti che ha mutandine e reggiseno abbinati non illuderti, è lei che ha portato a letto te, non il contrario!

È dunque a questo genere di donna, che non si fa cogliere di sorpresa, che si rivolgono le sublimi creazioni della giovane stilista emergente, Eva Khash. Spigliate, provocatorie, sexy, con ornamenti studiati ad hoc che vanno ad impreziosire il corpo femminile, conferendogli tutta la sensualità che serve a chi ha tanta voglia di stupire.

Alla scoperta di Eva Khash

Eva nasce in Russia, nel Caucaso, per poi trasferirsi verso i dieci anni, prima in Germania poi in Italia, a Massa. Nonostante l’allontanamento dalla sua terra natale, può ben definirsi una degna rappresentante della categoria degli stachanovisti; la conoscenza delle lingue e la sua grande operosità le hanno fatto guadagnare un’ottima posizione a Milano, dove ha lavorato diversi anni nel settore dell’alta moda. Qui ha avuto la fortuna di confrontarsi con quel mondo cosi ricco di sfaccettature e in tutto questo, ovviamente, non è stata solo a guardare. Ha imparato molto, osservato da dietro le quinte e ha saputo far tesoro di ciò che quel mondo così affascinante le poteva insegnare. Fino al giorno in cui non ha deciso di farne parte come protagonista, producendo una sua linea di lingerie.

lingerie

La cosa buffa è che Eva è una persona estremamente diversa dai capi che produce! Quando disegna un pezzo per la prima volta trae la sua ispirazione da un genere di donna che adora, ma che è molto lontana dalla sua personalità. Le donne che indossano le sue creazioni sono quelle che la affascinano, le sue muse ispiratrici, audaci e spregiudicate, sicure di se, che prendono la situazione in mano. Il suo carattere è senza dubbio audace, ma temperato da tanta dolcezza e un’impostazione molto classica, che la pongono in netto contrasto con le sue creazioni. Ha comunque riversato in esse la sua grande forza, abbinata ad uno stile con un retro gusto “fra classico e rock”, come il suo usuale modo di vestire.

Gli esordi da autodidatta

lingerie

lingerie

due modelle sul set del fotografo Nico Orlandi, pluri premiato campione mondiale in nudo artistico femminile

L’idea le è venuta in modo naturale poco più di due anni fa, guardando le vetrine di un noto negozio di lingerie in una giornata qualsiasi mentre passeggiava con un’amica. Commentando i completi esposti in vetrina Eva si ritrova, quasi involontariamente, a commentarli in modo molto tecnico, a immaginarli addosso a una donna per cercare di capire quali cambiamenti avrebbero migliorato la vestibilità e avrebbero fatto sentire piu comoda e a sua agio la persona che li avrebbe indossati. “Dovresti realizzarne uno” le consigliò l’amica. La risposta le uscì spontanea: “Infatti è proprio quello che farò!”

Da quel momento è stata inarrestabile! Con le idee ben chiare sul percorso che stava imboccando ha iniziato come autodidatta, facendo prove su prove. Sapeva già cucire, ma ambiva alla perfezione e la qualità a cui puntava Eva era quella che solo la manufattura italiana sa insegnare. Per questo motivo ha iniziato a frequentare un istituto professionale di moda, sartoria e design in provincia di Pisa, affinando le sue tecniche e imparando cosa significhi progettare un capo partendo da un disegno tecnico per arrivare al cartamodello e, infine, alla realizzazione dello stesso.

lingerie

alcuni pezzi delle sue prime collezioni sul set all’Hotel Villa Grey, Forte Dei Marmi

lingerie

Ha registrato il suo marchio nel 2017 decidendo, dopo qualche tentennamento, di utilizzare il suo nome così com’é, Eva Khash, senza abbreviazioni o desinenze aggiuntive; semplicemente il suo nome, perchè nonostante il campo che ha scelto sia molto vasto e competitivo non ha paura di metterci la faccia. Ha le idee chiare e non intende nascondersi ne limitarsi.

Come racconta lei stessa, nel suo lavoro mette tutta l’anima, passa le sue giornate ad accarezzare tessuti per scegliere i più idonei, immaginandoli a contatto col corpo femminile. Le sue notti le trascorre cucendo perline di vetro (rigorosamente Guttermann) sui pizzi che andranno a impreziosire i suoi deliziosi capi. Naturalmente non possono mancare dei dettagli Swarovski, per brillare anche fra le luci piu tenui.

lingerie lingerie

Ogni dettaglio è accuratamente studiato. I suoi reggiseni abbandonano le rigide strutture per lasciare spazio a morbide trasparenze, la cui delicatezza va spesso in netto contrasto con un altro elemento caratterizzante dello stile Eva Khash: i lacci elastici che si avvolgono intorno alle curve femminili, un chiaro riferimento al mondo bondage, che non intimidisce la figura della donna moderna. Dal collo al seno, lungo la pancia, intorno ai fianchi, finendo a creare intrecci sulla schiena, i suoi modelli ci danno l’imbarazzo della scelta: qualsiasi parte del nostro corpo vogliamo valorizzare, possiamo farlo con uno stile unico se decidiamo di affidarci al suo gusto.

Creazioni per tutte e non solo lingerie

abiti da cerimonia

Una cosa che ci tiene molto a sottolineare è che i suoi modelli possono vestire chiunque e non solo in camera da letto: molti dei suoi completi, ad esempio, sono pensati da indossare a vista, come le bralette, o anche sotto abiti da sera, in modo che fuoriescano alcuni dettagli come gli incroci sul décolleté o sulla schiena, con dettagli luxury che vanno ad impreziosire l’intero outfit. È su questa base che Eva ha pensato ad una linea di abiti da sera e cerimonia da abbinare alla sua lingerie: l’uno va a completare l’altro e il risultato non può non lasciare a bocca aperta.

abiti da cerimonia

Naturalmente, anche in questo caso i suoi abiti sono confezionati con tessuti ricercati e di ottima qualità. si adattano alla perfezione anche alle pelli piu sensibili, sono comodi da portare e sono anch’essi ricchi di dettagli luxury. Il suo approccio alla moda da sera mantiene la stessa sensualità della sua lingerie: spigliato ma elegante, senza mai cadere nel volgare.

abiti da cerimonia

I suoi progetti hanno ancora tanto da svelarci, ma per il momento non possiamo approfondire oltre. Giustamente, non concede anteprime! Possiamo però seguirla nel suo percorso sulle sue pagine social: è disponibile su fb sia con il suo profilo personale Eva Khash, che con la sua pagina espressamente dedicata alla lingerie Eva Khash Couture; su instagram la troviamo come evakhashlingerie e, se preferite, potete scriverle all’indirizzo mail evak.fashiondesigner@gmail.com.

vi aspetto venerdì prossimo con altri fantastici artisti!

Autore del Post

Gaia De Francesco

È creatività, curiosità e voglia di avventura. È ogni giorno una nuova scoperta e un nuovo modo di vedere il mondo. Non nasce in un periodo specifico e, soprattutto, più si conosce e meno si capisce.

Commenti