WiP Radio

Fast and furious

Fast and furious

Tre giornate di rally quelle di giovedi, venerdi e sabato scorso all’isola d’Elba, dove una settantina di auto da rally si sono incontrate lungo le tortuose strade elbane alla caccia del miglior tempo. Equipaggi di livello non sono riusciti a concludere la gara a causa delle difficoltà dei tornanti. Mi sono recato sul posto sabato 27 aprile dove ho assistito alle due prove finali prima della premiazione. Dopo aver fatto amicizia con gli organizzatori della gara, mi sono fatto indicare alcuni punti del tracciato dove la visuale sarebbe stata ottima per riprendere le auto in corsa pur rimanendo in sicurezza. Una giornata con sole pieno e una lieve brezza ad attenuare le temperature estive. Ore 9.22 partenza dallo start della prima auto, e subito si inizia a sentire il rumore del motore rimbombare in tutta la vallata, dopo pochi minuti, la macchina sbuca dietro al tornante dove ero io e ho iniziato a scattare. Posizione veramente ottima la mia dove sono riuscito a vedere esibizioni di agilità uniche riuscendo a catturarne alcune.

fast and furious

f/5.6 1/1600s ISO200 85mm

Esistono infinite tecniche per fotografare il rally, ma le più utilizzate sono due.

La prima consiste nel fermare l’auto all’interno del nostro quadro, proprio come ho fatto io nella foto sopra, utilizzando un tempo di esposizione molto breve e allo stesso tempo un diaframma leggermente chiuso per mantenere a fuoco tutta l’auto. Ma se le condizioni non sono ottimali si rischia di ottenere una foto sottoesposta e quindi siamo costretti a dover alzare il valore degli ISO penalizzando così la qualità dell’immagine.

La seconda tecnica invece, consiste nell’aumentare il tempo di esposizione, solitamente intorno a 1/250s, magari riuscire a chiudere maggiormente il diaframma fino a f/7.1 e seguire con un movimento deciso e preciso la nostra auto. Così facendo, avremo l’auto a fuoco e ferma, ma lo sfondo dietro risulterà mosso, creando così l’idea del movimento.

fast and furious

f/7.1 1/250s ISO320 85mm

Ma vi chiederete, perché una Porsche d’epoca partecipa al rally? Beh dovete sapere che anch’io ne sono rimasto colpito, ma dopo ogni prova, nel rally all’Elba, c’è il rally delle Porsche, che si sfidano sullo stesso tracciato precedentemente percorso dalle altre vetture.

I dettagli fanno la differenza. Infatti, tra le centinaia di persone che fotografavano i partecipanti alla gara, solo in pochi hanno ottenuto foto diverse dalla massa, in grado di trasmettere la crudezza e la bellezza di questo sport. Riuscire a cogliere un dettaglio, infatti, fa si che le foto assumano un valore maggiore, proprio perché magari abbiamo catturato qualcosa che è successo solo a quell’auto in un determinato momento e che mai più si ripeterà. Il mio consiglio, in questi casi è di sfruttare la raffica più veloce possibile e poi con calma selezionare solo la foto più significativa.

fast and furious

f/2 1/4000s ISO320 85mm

Nella foto sopra, i vincitori del 52esimo rally dell’Elba in procinto della linea del traguardo.

Autore del Post

Lorenzo Rossi

Nato a Cecina il 20/03/1999, amante del modellismo e delle foto da sempre, ha unito i due hobby realizzando foto e video con droni. Segue il mondo della fotografia a 360° alla ricerca di novità.

Commenti