WiP Radio

Charlie Christian e la chitarra iniziò a cavalcare il jazz

Charlie Christian e la chitarra iniziò a cavalcare il jazz

Charlie Christian e la chitarra iniziò a cavalcare il jazz

Charlie Christian

 

 

 

Chitarra  1916-1942

Il creatore della moderna chitarra jazz.

Quello che un giovane ragazzo di campagna riuscì a fare praticamente da solo, fu decidere di dare il ruolo da solista che meritava alla sua chitarra, impregnando irrimediabilmente il futuro di tutte le chitarre del mondo.

Charles Henry Christian nacque il 29 luglio 1916 a Bonham, Texas, al 511 di West Johnson Street.

Charlie Christian

Charlie Christian bambino

I genitori, Clarence James e Willie Mae, suonavano rispettivamente tromba e piano in un cinema muto di Bonham.

Iniziò a suonare la chitarra quasi prima di imparare a stare in piedi, aiutando suo padre chitarrista cieco per le strade dell’Oklahoma e suonando nella band di famiglia.

Quella che fino a quel momento era stata considerata ‘sezione ritmica’, sotto il suo cappello da cowboy iniziò a galoppare in solitaria, ispirata dalle linee di una sola nota alla maniera della tromba grazie all’ispirazione data dall’incontro fatale con Lester Young.

Charlie Christian

Lester Young on stage

L’innovazione tecnologica di sviluppare l’amplificazione da chitarra negli anni trenta, unito alla sua eccezionale abilità, accese su di lui i riflettori oltre la scena locale, attirando l’attenzione del Re dello Swing, Benny Goodman.

Charlie Christian che si presentò al provino vestito con un abito verde, scarpe gialle, camicia viola e un cappello da Cowboy destando molte incertezze, decretò la nascita del Benny Goodman Sextet anche se non fu per quell’esecuzione nella quale Benny gli impedì persino di accendere l’amplificatore.

Charlie Christian

Gibson es 150

La sera stessa del provino il clarinettista lo invitò a presentarsi nel ristorante Victor Hugo e lo fecero salire di nascosto sul palco durante l’intervallo, al suo ritorno Goodman lo trovò sul palco e ne rimase molto seccato ma non lo fece scendere e annunciò Rose Room.

L’esecuzione come scrisse il produttore Hammond durò 47 minuti e raggiunse livelli mai uditi prima e ne decretò l’assunzione immediata nella band.

Charlie Christian

Charlie Christian in Benny Goodman sextet

Con Goodman rimase fino alla sua morte per tubercolosi nel 1942, alla giovane età di 25 anni, gli furono celebrati tre funerali e una corona di fiori a forma di chitarra gli fu donata dallo stesso Goodman.

Charlie Christian

Il Black Dispatch scrisse che si era trattato di uno dei funerali più solenni mai avvenuti a Oklahoma City.

Capace di rendere euforico qualsiasi pezzo a prescindere dalla tonalità o dal ritmo donando un mood unico pervaso di digressioni vibrate e sofisticate scale cromatiche.

I suoi brevi ma intensi soli, dal gusto blues di un maturo Bourbon Whiskey, dalle note autoritarie e creative, che pervadono visceralmente col suo swing di bicchiere in bicchiere e che ancora oggi sono riconoscibili al primo assaggio.

Charlie Christian e la sua Gibson ES150, con loro la chitarra jazz non sarebbe più stata la stessa.

 

Autore del Post

Martina Salsedo

Musicista e cantautrice, da oltre vent'anni nel mondo e nella musica Blues Rock con i suoi Black Tunes. Martina è stata direttrice di Livorno TV e adesso di Officina di Arte e Musica e Livorno Porto Musicale, dove si occupa di dare spazio a chi ha talento ma non possibilità di espressione e crescita nel propio paese.

Commenti