WiP Radio

“Le fate ignoranti” diventa una serie tv

“Le fate ignoranti” diventa una serie tv

Le fate ignoranti, il film di Ferzan Özpetek diventa una serie tv

scritto da Nina Segatori per www.iodonna.it

Il film più famoso di Ferzan Özpetek, Le fate ignoranti, diventa una serie tv.

Ad annunciarlo è il regista turco, in occasione della visita a Palermo per ricevere un doppio onore: la laurea honoris causa in Scienze dello Spettacolo e la cittadinanza onoraria. Tra un sopralluogo e l’altro in vista di Dea Fortuna, il suo prossimo film, Özpetek ha dunque svelato l’ultimo progetto in cantiere, una collaborazione con Fox Networks Group Italy.

Che il film del 2001 godesse di una popolarità estesa Ferzan ha avuto la prova durante la proiezione della versione restaurata, avvenuta nella Sala De Seta ai Cantieri Culturali della Zisa di Palermo. Quando per alzata di mano ha chiesto al pubblico quanti avessero già visto il film. Di fronte all’imponente risposta affermativa è seguita la sua reazione stupita: «È una cosa pazzesca. Evidentemente non è invecchiato, nonostante abbia 18 anni e sia “maggiorenne” parla di cose che restano nuove, come il sentimento dell’amore che rimane».

In realtà, al centro della vicenda narrata ne Le fate ignoranti non c’è solo l’amore: c’e anche l’omosessualità, la solitudine, la sieropositività e il tema della famiglia allargata. Tematiche importanti che saranno riproposte nel progetto seriale, in un viaggio amarcord all’interno di mondo che, a distanza di 18 anni, sembra più attuale che mai, perché ancora gravato da tabù sessuali, culturali e sociali.

Forse maggiori dell’epoca in cui uscì il film, che provocò una vivace discussione intorno alla realtà rappresentata, spesso volutamente ignorata e scomoda. Uno spaccato di vita che i benpensanti avevano dovuto guardare in faccia e accettare.

Esattamente come la protagonista Antonia (Margherita Buy), che alla morte del marito aveva scoperto l’insospettabile vita parallela dell’uomo. Dal suo amante Michele (Stefano Accorsi) alla famiglia allargata di personaggi fissi e avventori di cui è protagonista la sua casa: una comunione di interessi e affetti molto distante dalla sua mentalità borghese. Ma che ben presto abbraccerà.

Perché la morale de Le fate ignoranti è una lezione amara anche se vera: la morte è la fine, ma soprattutto il principio di tutto. E la paura per ciò che è “diverso” è il più delle volte ingiustificata.

Non c’è da aspettarsi una sorta di remake a puntate. La serie tv sarà un prodotto molto diverso: «Cambia tutto, cambia lo sguardo, cambia totalmente atteggiamento, cambiano tante cose. Non so quanto sia positivo o quanto negativo, ma cambia tutto», ha raccontato Ferzan.

Una rivisitazione in chiave moderna, quindi, confermata anche da Alessandro Saba, Vice President Entertainment di Fox Networks Group Italy: «con Özpetek stiamo immaginando una serie tv che parta da quel mondo e lo cali nella realtà contemporanea. Una serie sull’accoglienza, sulla comunanza umanistica, sull’amicizia. Vorremmo che tutti quelli che hanno amato il film potessero tornare sulla terrazza delle Fate Ignoranti». Uscita prevista per il 2020.

Autore del Post

Nicolò Bagnoli

Nasce nel 1986, nel 2010 ha l'idea di WiP Radio di cui è il direttore, è quasi alto come Berlusconi, davanti ad un microfono può starci ore. Parlando, ovviamente.

Commenti