WiP Radio

Punti di vista

Punti di vista

“La fotografia la fa la macchina fotografica e non il fotografo”, questo è vero, ma come abbiamo detto in precedenza, è inutile avere una macchina da 3000 euro se poi si scatta in automatico. Nel precedente articolo, siamo entrati nei tecnicismi dei tempi di esposizione e dei diaframmi, mentre oggi, con questo articolo andremo a vedere quello che riguarda il fotografo in prima persona, cioè la posizione da assumere prima di scattare. Infatti, prima di ogni foto, il fotografo si posiziona in un determinato punto per far riprendere alla macchina la scena secondo il punto di vista che per lui può “raccontare” meglio l’episodio.

Quando la posizione è “corretta” e siamo pronti a scattare, noi non facciamo altro che riprendere una porzione di spazio detta quadro di posa, conosciuto meglio come inquadratura.

Esistono delle regole che fanno si che la foto sia correttamente inquadrata, ma non sempre rispettarle presuppone che la foto sia bella. Infatti il concetto di bello è soggettivo, e come ha detto un mio amico fotografo “una foto è bella se ti piace, non se hai rispettato le regole”. Allora per essere sicuri di non seguire le regole, oggi ve ne spiegherò un paio, che comunque fanno sempre comodo. Sto parlando della regola dei terzi e la regola delle angolazioni.

LA REGOLA DEI TERZI

Mettere sempre il soggetto al centro della composizione rende spesso la foto statica e piatta; questo perché l’occhio, tende a cadere in alcuni punti precisi all’interno della foto, individuati dalla nostra regola dei terzi. Inquadrando infatti il nostro soggetto su uno dei vertici dei rettangoli, l’immagine sarà meno piatta e più dinamica.

Abbiamo parlato di vertici e rettangoli, ma come funziona? Semplice, basta dividere in tre il lato orizzontale e il lato verticale, gli incroci delle righe orizzontali e verticali indicano i punti dove collocare il soggetto.

punti di vista

LA “REGOLA” DELLE ANGOLAZIONI

Mentre l’altra era una vera e propria regola, questo è più un modo di vedere le cose, in quanto le foto scattate hanno tutte diverse angolazioni, e come detto nell’introduzione, tutto sta nel cercare quella che è l’angolo più significativo per far rendere meglio la scena. Spesso infatti, fare le foto in piedi puntando direttamente il soggetto, rende la foto piatta o priva di particolare significato. E quindi a volte conviene farle di lato, dal basso o addirittura dall’alto!

punti di vista

Autore del Post

Lorenzo Rossi

Nato a Cecina il 20/03/1999, amante del modellismo e delle foto da sempre, ha unito i due hobby realizzando foto e video con droni. Segue il mondo della fotografia a 360° alla ricerca di novità.

Commenti