WiP Radio

Ho sognato uno sketch con Lillo

Ho sognato uno sketch con Lillo

Tempo fa ho sognato un tipico sketch con protagonista Lillo (Pasquale Petrolo) di Lillo&Greg. Lillo, giovane universitario, è nella sua stanza e sta studiando per un esame difficile, mentre sua madre è in cucina a preparare la cena mentre ascolta black music alla radio. Tutte le volte che dalla cucina arriva un tipico vocalizzo femminile soul, Lillo pensa che sia sua madre che si lamenta per essersi fatta male. Immagina si sia affettata un dito o che le sia caduto addosso il forno. Così si precipita in cucina preoccupato, ma scopre che non è accaduto niente: era la radio. La mamma lo apostrofa teneramente (“scemone”, “coglionetto” ecc.) e il timido Lillo incassa (“Mannaggia, era la radio, ehehe”) anche se ogni volta si fa più nervoso (ma senza esagerare: è un bonaccione ed è molto attaccato alla mamma) perché proprio non riesce a stare sui libri due minuti di fila. Alla fine la mamma si trafigge mortalmente con uno spiedo e lancia un urlo tremendo. Lillo lo sente, non si allarma, mormora bonario “Eh eh ancora sta radio” e continua a preparare l’esame tranquillo. Durata sketch: circa sei ore.

Autore del Post

Niccolò Re

Niccolò Re nasce a Sarzana (Sp), dove attualmente vive, il 21 maggio 1986. Maturità scientifica, Laurea in Cinema, teatro e produzione multimediale (110 e lode), nel 2012, un po' per caso, intraprende il mestiere di giornalista, che svolge tutt'ora presso la testata online Città della Spezia. Tra i suoi hobby il calcio, la musica, la storia, l'antropologia. Ama gli animali e ha un bellissimo e simpatico cane di nome Camillo. Dal 2016 convive con l'economista Irene Tinagli.

Commenti