WiP Radio

Viaggiare da soli fa bene!

Viaggiare da soli fa bene!

Viaggiare che passione!

Buongiorno a voi lettori di WiP!
Mi presento, mi chiamo Sabina ho 32 anni e vivo a Castagneto Carducci. Ho deciso di collaborare con WiP perché lo trovo molto stimolante e con una forte potenzialità.
Spero di poter dare un contributo positivo a questo sito pubblicando un articolo ogni settimana.

Da poco mi sono avventurata in un viaggio oltreoceano. È stato meditato da molto tempo ma solo in poche settimane ho pensato che avrei potuto farlo da sola.
Sono sempre stata abbastanza indipendente nella vita ma non ho mai affrontato un viaggio oltreoceano da sola.
Molte paure e insicurezze date principalmente a una maturità da 30enne. Mi rendo conto che a 20 anni ero più spericolata e mi facevo molti meno problemi. Poi un giorno ho pensato che non avrei avuto altra occasione a breve per poter fare un viaggio del genere. Ho provato a chiedere ad amici o parenti se avessero intenzione di accompagnarmi ma non coincidevano le necessità e i tempi organizzativi.
Io potevo viaggiare solo nel mese di ottobre e anche come disponibilità economica sarebbe stato tutto più semplice.
Quando ho comprato il volo era un lunedì e ho trovato la United Airlines come unica compagnia che mi faceva volare a 600$ fino in Perù.
Ebbene sì, la mia destinazione finale è stata il Perù. Luogo affascinante pieno di storia e di leggende, colori e musica. Senza contare che è il posto dove sono nata. Ma questa è un’altra storia.
Quindi uno scalo nella grande mela, uno a Houston e sopo quasi 43 ore di viaggio sono arrivata a destinazione.

Il motivo di questo articolo è che viaggiare aiuta a vivere meglio. Viaggiare apre la mente, ci rende liberi e ci aiuta a continuare le nostre vite.
Io mi sono resa conto che anche da sola posso prendere il gate giusto e parlare e capire una lingua diversa dalla mia. Quando sei in coppia (amici o fidanzati) tendi sempre ad appoggiarti e non sfruttare al massimo le tue potenzialità.
Sarebbe tutto più facile se tutti potessero viaggiare per molti giorni almeno una volta l’anno. E non dico in Italia. In tutto il mondo. Conoscere persone nuove, nuove culture, ammirare la bellezza di altri posti che non sia casa propria.
Tanti amici conoscenti e familiari mi hanno detto “ma te sei matta a viaggiare da sola così lontano!” oppure “ma non hai paura?” e anche “ti ammiro molto vorrei fare come te”.
No, non sono matta a viaggiare da sola… certo è un po’ scomodo avere dei buoni ricordi fotografici ma sono diventata esperta di come si fanno i selfie! Sembra impossibile all’inizio… la paura ci fa toccare  emozioni che non pensiamo di avere, ma una volta iniziato il mio viaggio è stato tutto più tranquillo e più facile (rispetto a come me lo immaginavo). Mi ripetevo spesso “un passo alla volta” e poi tutto è arrivato da sé. Facile nascondersi dietro i vari cliché “non ho soldi”, “non ho tempo”, “non voglio andare da sola” che per quanto siano veri e reali… una cosa che ho capito dopo i 30 è che se uno vuole, lo può fare.
Io non faccio certo il bagno nei soldi, come Zio Paperone. Ma quest’anno avevo intenzione di darmi la possibilità di affrontare le spese di questo viaggio e ci ho provato… ho pensato “provo a risparmiare più che posso, poi se arrivo alla data limite per l’acquisto del biglietto e posso lo compro, altrimenti lo riprogrammo”. E così, più o meno da novembre scorso, ho risparmiato sulla spesa, sull’acquisto di un vestito o comunque di un accessorio, una colazione a bar e così via… alla fine era una delle mie priorità e l’ho messa in cima alla lista e ora ho completato il mio viaggio e mi sono divertita. Sono sicura che tornerò alla mia vita di sempre ancora più motivata e più concentrata!

Piccoli avvertimenti/suggerimenti utili per viaggiare da soli in aeroporto:

Se prenotate i voli senza agenzia, assicuratevi di aver letto tutti i foglio informativi della compagnia riguardo alle specifiche del volo e delle cose che si possono o non si possono fare (tipo imbarcare valige over size). La United Airlines è una compagnia valida e all’interno del prezzo include i pasti (colazione/pranzo/cena) in base all’orario di volo e i drink, l’imbarco di una valigia di 25 kg, un trolley come bagaglio a mano 22 x 35 x 56 cm. Il peso massimo non è indicato e una borsa personale. Altre info più specifiche le potete trovare QUI.

Ricordatevi di fare l’Esta per poter soggiornare/transitare dagli U.S.A. costa 14$ sul sito ufficiale (in aeroporto costa 40€) ed è molto semplice. Basta seguire i passaggi e avere il passaporto a portata di mano. In pochi minuti avrete il nulla osta e risulterà anche al personale di check-in.
Esta: link ufficiale

I controlli dei bagagli in U.S.A. sono molto rigidi e vanno seguite le istruzioni nelle varie cartellonistiche all’interno degli aeroporti e le indicazioni del personale.

Ad oggi gli aeroporti sono molto sicuri e tendenzialmente sono anche puliti. Per il mio viaggio ho dovuto trascorrere diverse ore all’interno degli aeroporti e ho potuto fare un cambio di abito, consultare il mio net book (free wifi) per pianificare le ultime cose del viaggio e poter assaggiare la cucina locale comodamente dalla mia postazione visto il servizio express.

Spero di avervi potuto dare qualche spunto di viaggio!

Ci aggiorniamo alla prossima settimana  con altre foto e altre info utili se si desidera viaggiare in Perù !

viaggiare da soli fa bene!

 

Autore del Post

Sabina Matteucci

Sabina, classe 1985, è appassionata di tutto ciò che è arte: musica, disegni, fotografia, creazioni con ogni genere di materiali. Inoltre ama il mare, gli animali, le lunghe passeggiate nel bosco e trascorrere tempo con gli amici.

Commenti