WiP Radio

Che ricetta di Sanremo sei?

Che ricetta di Sanremo sei?

Il festival di Sanremo è iniziato tra critiche ed elogi, per i più svariati motivi, ma dato che ieri non ho potuto assistere in diretta ora me lo sto riguardando (ascoltando) piano piano, tra un task e l’altro.

Mi sembra un festival allegro, dopotutto. Mia mamma era un po’ preoccupata per il ruolo di Claudio. Per lei è stato un mito degli anni dell’adolescenza. La sua voce, i suoi virtuosismi canori, la sua faccia, icona simbolo degli anni ’70 e ’80. Un palco di Sanremo, il 68° Festival Di Sanremo, le sembrava un po’ troppo grande. Non lo vedeva all’altezza della conduzione. Invece si è dovuta ricredere. Merito anche dei fantastici collaboratori che si è scelto.

Per quanto riguarda le canzoni, quelle che ho sentito per ora non mi sono sembrate così “vecchie”.

Tra le mie preferite:

  • Fabrizio Moro e Ermal Meta, con “Non mi avete fatto niente”.
  • Lo Stato Sociale, con “Una vita in vacanza”.
  • Ron con “Almeno pensami” del grande Lucio Dalla.

Poche quote rosa interessanti a mio avviso, ma necessito assolutamente di un secondo ascolto per poter decidere la mia preferita.

Da qui lo spunto per l’articolo di oggi:

Se un piatto fosse una canzone quale sarebbe?

Inizio io con questa:

Gente di mare, 1987. Scritta da Raf, Umberto Tozzi e Giancarlo Bigazzi : Cozze profumo di mare

E la vostra?

Aspettiamo le vostre ricette ispirate alle canzoni di Sanremo e non, su www.cookpad.it!

Cookpad è la piattaforma gratuita su cui memorizzare e condividere le tue ricette!

E allora…

Dirige il maestro Lety – Gaga….

Canti….

Tu!

Ti aspettiamo 😀

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Autore del Post

Letizia Vallini

Alla soglia dei 30 anni sono tantissime le cose che ha da raccontare. Nativa di Rosignano e di adozione Veronese, nel suo cuore e nella sua mente sogna da un po' gli States. Per cercare di non perdere tutto ciò che le accade, cerca di parlarne: attraverso la radio, la scrittura, l'arte, attraverso il suo lavoro - si occupa di web marketing e community management, colora la sua vita di tinte brillanti. Anche se si sente grata davvero solo quando si accorge di riuscire a colorare un momento della vita degli altri, che sia un secondo, un giorno o il tempo che ci vuole :) .

Commenti