WiP Radio

Tecnologia e sport che accoppiata vincente

Tecnologia e sport che accoppiata vincente

Tecnologia e sport sono proprio una accoppiata vincente!

Quando  se ne parla è impossibile non pensare al comparto tecnologico.
E in questo senso gli Stati Uniti sono sempre stati un passo in avanti

Tecnologia e sport : un matrimonio ormai indissolubile, nonostante persistano alcune resistenze destinate però a cadere inesorabilmente nei prossimi anni.

Perché voglio parlarne oggi? Dopo aver visto la foto su Instagram di Bebe Viò che si allenava per la corsa mi sono emozionata e non ne ho potuto fare a meno.

Ma anche  quando due settimane fa, a Milano, ho parlato con il Founder di FBPlayer, che ha costruito una piattaforma che consente di scoprire i talenti e i futuri campioni del mondo del calcio.

Ti consente di mettere in luce le tue performance di calciatore e di rimanere in contatto con altri calciatori, osservatori, agenti e squadre di tutto il mondo.
Insomma, un LinkedIn per il mercato calcistico 😉

 

Inutile sottolineare come il mondo dello sport sia andato di pari passo con quello tecnologico, così come
l’utilizzo di nuovi materiali ha migliorato le performance degli sportivi.
Basti pensare alla struttura delle mazze da golf o nei bastoni da hockey, per non parlare dei tessuti per le scarpe da corsa e per i costumi anti-attrito dei nuotatori.

In questo senso, il mondo dello sport a stelle e strisce è sempre stato un passo avanti, introducendo una serie di nuove tecnologie fin dal secondo dopoguerra che sono diventante col tempo di utilizzo comune anche nel resto del mondo.

Negli ultimi anni si è assistito a un incremento nell’uso di tecnologie per migliorare le performance degli atleti.

Facciamoci una carrellata delle ultime novità, dai dispositivi wearable all’uso dei dati.

Il ciclismo

Il ciclismo è lo sport che più di tutti ha beneficiato dell’utilizzo dei dispositivi wearable.
Grazie ai cardiofrequenzimetri l’atleta può tenere costantemente sotto controllo i battiti cardiaci e capire quando scattare o rallentare il ritmo.
Nell’immaginario collettivo il ciclismo è legato alle grandi imprese sportive, alle vittorie in solitaria dopo fughe lunghe oltre duecento chilometri: con l’introduzione di radioline e dei misuratori di potenza che segnalano i watt prodotti dall’atleta, la poesia è andata scemando.
Ogni ciclista controlla la potenza sviluppata per capire l’andamento della corsa e adattare la propria condotta al ritmo della gara.

Allo stesso modo, sia nel calcio sia nel rugby, gli atleti indossano dei sensori portatili che ne segnalano la posizione e lo sforzo compiuto. I dati sono processati dai computer e sono utilizzati dallo staff tecnico durante l’analisi delle partite: ogni movimento superfluo viene segnalato affinché il giocatore possa adattare le proprie movenze al volere della tecnologia e del mister.

Aerodinamica

Gli studi effettuati dagli ingegneri meccanici per migliorare l’aerodinamica delle macchine della Formula 1 si sono rivelati fondamentali nel mondo del ciclismo. Le cronometro delle grandi corse a tappe si sono rivelate spesso decisive per decidere il vincitore finale: anche pochi secondi possono fare la differenza tra la vittoria e il gradino più basso del podio. Sempre più ciclisti sfruttano le gallerie del vento delle case automobilistiche per migliorare la posizione sulla bici e per testare nuovi materiali, più leggeri e aereodinamici.

Big Data

I big data stanno prendendo il sopravvento anche nel mondo dello sport professionistico.
Yard corse, passaggi completati,  rimbalzi conquistati, ogni singola azione di ogni singolo sport può essere trasformata in numeri e essere approfonditi dagli esperti.
Grazie all’utilizzo di nuovi strumenti messi a disposizione dalla tecnologia, gli allenatori possono analizzare i risultati degli avversari e studiare delle contromosse efficaci.
Inoltre, gli stessi atleti possono capire quali caratteristiche del proprio gioco migliorare per essere più completi e utili alla squadra.
Nella NBA in ogni palazzetto è attivo un sistema di telecamere che permette la registrazione di tutti i movimenti e di tutte le azioni della partita: a fine gara ogni staff tecnico può sviscerare i dati e trarre le proprie conclusioni. La via per la perfezione è costellata di numeri e statistiche.

Il Football

Wilson X Connected Football

Anche il mondo del football americano sta beneficiando di una nuova tecnologia sviluppata per migliorare le qualità degli amatori.
Il sistema sviluppato da Wilson integra un piccolo sensore al centro della palla che registra la velocità della palla durante il lancio, lo spin, la distanza percorsa e altre statistiche del mondo del football.
Grazie alla gamification, l’utente potrà creare sull’applicazione sviluppata per Android e iOS, il proprio avatar e provare cinque schemi differenti.

Un modo divertente per vivere una partita come se si stesse giocando su un vero campo di football americano.

Fitbit Blaze e famiglia

I fitness tracker sono i dispositivi che negli ultimi anni hanno rivoluzionato maggiormente il settore del running, permettendo a chiunque di tenere sotto controllo i propri allenamenti.
Fitbit è l’azienda che è riuscita a conquistare la fetta di mercato più grande, grazie a prodotti che garantiscono la massima affidabilità.
Il Fitbit Blaze è uno dei primi fitness watch lanciati sul mercato: monitora le proprie prestazioni atletiche e fornisce dei consigli all’utente. Inoltre, grazie alle applicazioni sviluppate da Fitbit è possibile svolgere degli esercizi specifici che permetteranno all’utente di migliorare le proprie performance.

Athos Wearable Fitness Technology  

La prossima rivoluzione nel mondo dello sport riguarderà gli indumenti. Dopo fitness tracker e smartwatch, i wearable del futuro saranno le nostre magliette. Grazie a sensori sempre più piccoli sarà possibile tenere sotto controllo i propri parametri vitali e anche l’attività muscolari. Grazie al sistema sviluppato da Athos, startup statunitense, sarà possibile analizzare i dati raccolti direttamente sull’applicazione sviluppata per smartphone e tablet.

94Fifty Smart Sensor Basketball

tecnologia e sport

Abbiamo parlato dell’importanza che i big data hanno avuto e stanno avendo nel mondo dello sport e soprattutto del basket.
Se il vostro obiettivo, invece, è diventare delle superstar della NBA ma le vostre capacità ve lo impediscono, ora grazie al sistema 94Fifty Smart Sensor Basketball è possibile capire gli errori che si commettono durante gli allenamenti.
Grazie a un piccolo sensore presente all’interno della palla è possibile raccogliere dati sulla qualità del proprio tiro e l’applicazione vi fornirà dei consigli su cosa migliorare nella propria tecnica di rilascio della palla.

Shockbox Sports Helmet Sensors

Un casco multiuso che nei prossimi anni cambierà per sempre l’analisi delle performance dei giocatori. Grazie all’elmetto Shockbox Sports Helmet Sensors è possibile conoscere in tempo reale la condizione dei giocatori dopo uno scontro di gioco.
Grazie ai sensori presenti nel casco è possibile effettuare immediatamente un check-up della testa e capire se lo scontro ha portato a conseguenze traumatiche.

Autore del Post

Deborah Ghisolfi

Growth Hacker | Agile Manager | Digital Strategist | Business Coach | On line Marketing. Amo la tecnologia che considero una forma d'arte perché mi sento come un pittore quando disegno soluzioni.Sono una persona creativa, votata per natura al problem solving e alle relazioni. È impossibile zittirmi quando parlo di customer experience, content marketing, marketing automation ed email marketing.

Commenti