WiP Radio

Le morbide sfumature di Mila Marchetti

Le morbide sfumature di Mila Marchetti

BearSecondo appuntamento con Elderberry Wine, la rubrica creativa dolce e gustosa ma che nasconde un retrogusto di arsenico… muahahahah! Il mese scorso abbiamo intervistato – con nostra immensa gioia – la creativa Elena Fiore (l’articolo è QUI!) e stavolta – con altrettanta gioia – diamo il benvenuto nella nostra immaginaria craft room a Mila Marchetti, guru italiana del Country Painting (applausi please)! Sventurati e sfortunelli, voi che non avete ancora appoggiato gli occhi sulle soffici e paffute immagini dipinte da Mila fate immediatamente un giro sul suo sito e beatevi delle sue creazioni. Ne volete ancora? E ci credo. Allora di corsa sulla pagina Country Painting & So On – Mila Marchetti  e sul blog Bell Book & Candle Season (per me questo titolo profuma di zenzero, non so voi). Avevate già visto le sue creazioni? Probabile, perché è una delle creative che collaborano con ADD Arte Del Decorare, la rivista per gli amanti della decorazione.

Bando alle ciance, e lasciamo che a ticchettare sulla tastiera sia Mila stessa, che ci ha parlato del Country Painting, della sua esperienza di creativa e delle persone a cui servirebbe un po’ d’arsenico…

BearsPotrebbe descriverci che cosa è il Country Painting e perché lo ha scelto tra tutte le tecniche decorative?

Il Country Painting è una tecnica di pittura apprezzata già da moltissimi anni negli Stati Uniti, conosciuta oltreoceano anche con il termine di “Decorative Painting”. Da qualche anno anche in Italia questa tecnica semplice, ma con le sue regole, i suoi colori e i suoi strumenti, sta riscuotendo un ottimo successo. Apprenderla regala molte soddisfazioni e permette di dipingere su diversi generi di supporto, come legno, vetro, metallo, su cui prendono vita orsetti, conigli, pupazzi di neve naturalmente in rigoroso “stile country”.
È stato inevitabile scegliere il Country dal momento che ho sempre adorato dipingere!

Stormy WeatherDurante la sua carriera ha pubblicato progetti negli Stati Uniti, la patria del Country Painting: qual è il tocco italiano che ha dato alle sue creazioni?

Nel primo progetto pubblicato negli Stati Uniti ho voluto dare un’impronta molto forte della mia italianità e ancor più della mia terra d’origine. Ho dipinto un tipico scorcio della campagna arsa dal sole, le case coloniche, i cipressi… magia della “mia” Toscana.

Potrebbe svelarci qualche trucco segreto di questa tecnica? Se un neofita volesse cimentarsi nel Country Painting cosa gli consiglierebbe?

Il segreto e il consiglio è facilmente intuibile: dipingere divertendosi! Non è proprio possibile pitturare quei pupazzi di neve senza che un sorriso ti si stampi sulla faccia!
Naturalmente per imparare la tecnica è consigliabile partecipare a un corso, anche breve, magari in occasione di una delle tante fiere creative che si svolgono sul nostro territorio.

BirdsCi racconta brevemente il suo percorso creativo e i suoi obiettivi nel Country Painting?

Ho iniziato lustri e lustri or sono avvicinandomi al bellissimo mondo del patchwork e del Biedermeier (composizioni di spezie, semi, frutti e nastri, ndr), per poi innamorarmi perdutamente del Country Painting dieci anni fa. Mi sono imbarcata sul primo aereo, destinazione Las Vegas, per scoprire così il fantastico mondo delle Convention americane!
Tra i miei obiettivi c’è sicuramente quello di proseguire su questa strada e migliorare sempre di più, con professionalità e magari, perché no, continuare a pubblicare i miei progetti sulle riviste oltreoceano.

ChristmasI disegni che caratterizzano la tecnica del Country Painting sono morbidi, accoglienti e simpatici…la rispecchiano caratterialmente?

Mi rispecchiano nella mia parte più dolce, anche se naturalmente non è l’unica. Per fare un esempio, divento decisamente meno simpatica quando si tratta di affrontare persone che non amano gli animali!

Ed eccoci giunti alla temibile domanda all’arsenico: quale aspetto negativo eliminerebbe dei creativi di professione?

Sicuramente la superbia, considerando, per di più, che talune volte è pure ingiustificata

-°-°-°-°-°-

Superbi, attenti! Altro che Purgatorio: Mila Marchetti vi ha riservato un posticino all’Inferno!

Grazie a Mila per la gentilezza di aver risposto alle nostre domande! Noi ci sentiamo ogni martedì alle 21.30: Musical e Vecchi Merletti ha in serbo per voi tantiiiiissime idee per Natale!

Giada e Giulia

Autore del Post

Giulia Santi

Appassionata di letteratura, arte, teatro e fai da te, ama le cose semplici e le tinte unite, le piante, la cioccolata e il profumo della pioggia. È laureata in letterature comparate e sa anche essere una persona seria. Quando le va.

Commenti